SHARE

roma-fiorentina-salah-el shaarawy

Roma-Fiorentina termina 4-1. Prestazione scintillante degli uomini di Spalletti che mettono a ferro e fuoco la retroguardia toscana. Doppietta per Salah, ex di lusso migliore in campo questa sera, in rete anche El Shaarawy e Perotti. Il gol della bandiera viola lo realizza Ilicic dagli undici metri”

CHIAVE TATTICA Sousa tiene a riposo Tello e riscopre il 3-4-2-1 di inizio stagione, viola schierati con la solita formula “fluida”: difesa a 4 in chiusura con Alonso che arretra sulle percussioni di Salah e Roncaglia che si apre a destra sull’accorrente El Shaarawy. Spalletti predica calcio in movimento che sappia sfruttare le caratteristiche tecniche dei suoi: profondità garantita dai centometristi ubicati sugli out, l’egiziano è una furia, mentre l’ex Milan e Monaco è molto bravo a giocare “a rimorchio”. Fondamentale il filtro a metà campo dei capitolini, Nainggolan e Keita si danno un gran da fare tra le linee per non permettere il palleggio facile ai viola nelle “mezze posizioni” mettendo costantemente in difficoltà Tino Costa (il più compassato dei centrocampisti toscani). Decisamente sfortunato l’allenatore portoghese, costretto a ridisegnare la propria mediana dopo il doppio ko di Borja Valero e Vecino in appena 5 minuti di gioco.

IL MOMENTO Dal 23′ al 38′ minuto del primo tempo è un vero e proprio incubo per la Fiorentina. I giallorossi attaccano benissimo la profondità sugli esterni sfruttando al massimo la dinamicità dei suoi interpreti che prendono spesso di infilata i corazzieri gigliati. Nel primo gol la posizione di Salah al momento del passaggio in verticale è leggermente al di là della linea dei difensori; sul secondo ci mette lo zampino la sfortuna con la deviazione decisiva di Astori sulla conclusione dell’ex Chelsea. Sul punteggio di 3-0 i gigliati si lasciano andare alla depressione, a poco o nulla serve il rigore realizzato nel finale della prima frazione da Ilicic.

LA GIOCATA Alla fine della prima frazione la Roma è in vantaggio di 3 gol con i gigliati che appaiono decisamente frastornati. Ci pensa allora Tello a ravvivare il match, quel poco che basta, lo spagnolo punta Digne con insistenza e va sul fondo con l’ex Psg che lo atterra in spaccata. Inizialmente l’arbitro non assegna la massima punizione ma aspetta delucidazioni dall’addizionale (vicinissimo all’azione), pronta conferma in mezzo a tante proteste e rigore assegnato. Uno dei (rari) casi di collaborazione diligente tra gli ufficiali di gara.

I PROTAGONISTI Tutti gli avanti della Roma. Salah, El Shaarawy e Perotti, tutte frecce (giallorosse) pronte ad essere scoccate. Pressing alto e cattiveria, il mix perfetto per riportare in alto i capitolini. Protagonista assoluto Salah, l’ex di turno fa quello che vuole: doppietta e assist per lui, soprattutto la sensazione di essere di un “altro pianeta”. Prova importante anche per Pjanic, il regista bosniaco illumina il gioco dei suoi con tocchi intelligenti non esentandosi dal lavoro sporco in fase di non possesso. Nota di colore per gli ospiti: Kalinic lasciato troppo a se stesso; Tello l’unico in grado di far traballare la retroguardia giallorossa.

Roma (4-3-3): Szczesny 6; Florenzi 6, Manolas 6, Rudiger 6, Digne 5; Nainggolan 6, Pjanic 7, Keita 6,5; Salah 8 (85′, Dzeko sv), El Shaarawy 7 (76′, Totti sv), Perotti 7 (61′, Vainqueur 5,5). All. Spalletti.

Fiorentina (3-4-2-1): Tatarusanu 5, Gonzalo Rodriguez 4,5, Astori 5, Roncaglia 5,5; Alonso 5,5, Vecino 6 (34′ Badelj 5,5), Borja Valero 5 (30′ Tello 6), Costa 5; Ilicic 5,5 (68′, Mati Fernandez 5), Bernardeschi 4,5; Kalinic 4. All. Sousa.

Gol: El Shaarawy 23′, Salah 25′, 58′, Perotti 38′, Ilicic 47′

Ammoniti: Badelj, Salah, Pjanic, Bernardeschi, Tino Costa, Nainggolan.

Espulsi:

Stefano Mastini

SHARE