SHARE

allegri 2015

Massimiliano Allegri è intervenuto in mixed zone dopo il 2-0 in Atalanta-Juventus conseguito dai suoi bianconeri, che numeri alla mano hanno vinto ben 17 delle ultime 18 partite giocate con la serie di successi consecutivi interrotta solo dallo 0-0 di Bologna.

Allegri ha affermato: “I ragazzi stanno facendo molto bene ma sappiamo che c’è ancora molto da fare, Napoli ed ora Roma sono molto vicine in classifica e lo scudetto si assegnerà solamente all’ultima giornata. Coppa Italia? Dovevamo gestire meglio la gara contro l’Inter, non è stata una questione di stanchezza ma bisogna comunque ricordare che abbiamo conquistato la finale contro il Milan. Oggi l’Atalanta ci ha messo in difficoltà anche se già nel primo tempo abbiamo fatto bene ed occorreva chiudere il match già prima dell’intervallo. Non sono soddisfatto invece del secondo tempo, in virtù di ciò dobbiamo migliorare e giocare gare aumentando il nostro tasso tecnico. Io via dalla Juve? Con la dirigenza c’è massima sintonia e ho un altro anno di contratto, non c’è fretta e ho sempre detto che a Torino sto bene. Quando sarà il momento ci siederemo ad un tavolo e parleremo del da farsi, adesso pensiamo al campo con l’obiettivo di finire la Serie A al primo posto”.

Allegri aggiunge: “Vittoria sporca quella di oggi? No…mezza sporca, perché nel primo tempo abbiamo fatto meglio noi, poi abbiamo rallentato e l’Atalanta ha ritrovato motivazioni, ma alla fine è stato un bel successo che possiamo goderci, il prossimo avversario sarà il Sassuolo che non è assolutamente da sottovalutare. Calo nel secondo tempo? Diciamo che non è stato un crollo, solamente non abbiamo tenuto a dovere il possesso palla ed il campo non ci ha aiutato. Pogba? Buono il suo primo tempo, poi però si è innervosito. Deve ancora maturare e le ammonizioni non dovranno influenzarlo negativamente. Lemina? Può fare la mezzala così come il regista difensivo, anche se spesso va fuori posizione per eccesso di foga. Record di Buffon? Fa piacere, ma noi pensiamo solo a vincere tutti insieme, bravo Gigi comunque a fare qualche buona parata. Io in Spagna al Real Madrid? Ma no, vi saluto in torinese stretto…”.

 

SHARE