SHARE

Oronzo Canà

Nella giornata di ieri, il Foggia era stato suo malgrado protagonista di una bruttissima pagina legata allo sport del calcio. Il club pugliese, dopo la sconfitta per 3-0 nel derby contro l’Andria, aveva subito una feroce aggressione da parte  di 150-200 tifosi con mazze e spranghe. Un bilancio di 5 feriti, di cui 4 poliziotti, più sputi, furti d’oggetti e tanta paura per i giocatori, al rientro con il pullman dopo la sconfitta.

ORONZO IN PANCHINA – Dopo aver confermato la fiducia tramite un comunicato ufficiale al tecnico De Zerbi, che ha comunque fino adesso condotto la squadra al quarto posto del girone C di Lega Pro, a soli 3 punti dalla capolista Benevento e quindi in piena corsa per la promozione, è arrivata l’insolita risposta del club. Il Foggia, tramite il profilo ufficiale facebook, ha infatti pubblicato una foto del noto attore Lino Banfi, famoso per la sua interpretazione dello scanzonato allenatore “Oronzo Canà” nel film “L’allenatore nel pallone”. “Volete un vero scoop sul nuovo allenatore del Foggia? Sarà Oronzo Canà. Dalla Longobarda al Foggia. Con il suo 5-5-5 porterà certamente il buon umore nel club rossonero” Questo il messaggio ironico del club lanciato tramite il social network, che ha deciso in questo modo di stemperare gli animi.

IL COMUNICATO “VERO” – Questo invece il comunicato ufficiale pubblicato dal club ieri, a margine dell’aggressione ricevuta: “Il Foggia Calcio, nelle persone del Presidente Lucio Fares, dei soci Franco e Fedele Sannella, Massimo Curci, Carla Di Corcia e Luca Leccese, condannano fermamente la brutale aggressione perpetrata ai danni della squadra ieri sera nel piazzale antistante lo stadio Pino Zaccheria da pseudo tifosi che nulla hanno a che vedere con il calcio. Se per certi aspetti ci si poteva aspettare una manifestazione di delusione della tifoseria per il risultato negativo mai e poi mai ci si sarebbe aspettati tanta violenza. Non è questo lo sport e il calcio che intendevano fare Franco e Fedele Sannella e tutti i soci. Se tutti gli sforzi e i sacrifici fatti devono portare a situazioni di questo tipo tutta la compagine societaria è fermamente intenzionata a rivedere il proprio impegno in seno al Foggia Calcio e a prendere seriamente in considerazione l’ipotesi di fare un passo indietro”.

SHARE