Mancini: “Ljajic meriterebbe un cazzotto ogni tanto”

Mancini: “Ljajic meriterebbe un cazzotto ogni tanto”

Mancini-Conferenza-Stampa-840x420

Roberto Mancini, allenatore dell’Inter, è intervenuto in sala stampa al termine della gara vinta contro il Palermo. Ecco le dichiarazioni del tecnico jesino in cui ha criticato anche Adem Ljajic: “Le partite sono tante, la classifica può cambiare in poche gare, dipende da noi: il tempo c’è, se siamo così bravi da confermare quanto fatto vedere nelle ultime prestazioni, ci sono ancora speranze. Contro la Roma sarà una partita importante, ma ce ne sono tante e tutte le squadre hanno scontri diretti in ballo. Jovetic ha avuto un problema a un polpaccio negli ultimi giorni, poi ieri ha avvertito nuovamente un piccolo fastidio. Bisogna valutarlo bene, considerando inoltre che il polpaccio è un muscolo molto delicato. Rodrigo è un giocatore straordinario, sa essere utile ovunque e in qualsiasi ruolo. Lui è molto serio, credo sia normale apprezzarlo. Il gol del Palermo? Mi sono arrabbiato per un’azione precedente con Ljajic, non ha passato il pallone sprecando l’occasione per il 3-0. Meriterebbe un cazzotto ogni tanto, è un giocatore straordinario a livello tecnico, ma a volte dovrebbe dare qualcosa di più. Ci siamo ripresi da tempo. A Firenze non avremmo perso in parità numerica, poi la gara contro la Juventus ha portato fiducia al gruppo. Eder non ha giocato solo per precauzione stasera. Non era al massimo dopo la Juventus. Brozovic  è molto bravo. Come Ljajic è un giocatore fantastico, sono entrambi giovani e possono fare la differenza se sono concentrati. Marcelo è forte e può migliorare ancora. I rosanero sono un po’ in difficoltà, ma noi abbiamo fatto bene. Il Palermo ha le qualità per salvarsi, lo spero per Iachini che è un amico”.  Nel 2012, durante Fiorentina-Novara, il centrocampista serbo venne sostituito da Delio Rossi al 32′ con Rubén Olivera applaudendo ironicamente il proprio allenatore, il quale lo aggredì fisicamente. Dopo quell’episodio spiacevole la società viola decise immediatamente per l’esonero di Delio Rossi, mentre Ljajic venne messo fuori rosa fino a fine stagione.