Real Madrid-Roma, formazioni ufficiali: in avanti c’è Dzeko

Real Madrid-Roma, formazioni ufficiali: in avanti c’è Dzeko

dzeko

Questa sera a partire dalle 20.45 al Santiago Bernabeu di Madrid andrà in scena la gara di ritorno degli ottavi di finale di Champions League tra il Real di Zinedine Zidane e la Roma di Luciano Spalletti. Situazione piuttosto complicata per i giallorossi che dovranno recuperare il KO subito all’andata all’Olimpico per 2-0 per mano di Cristiano Ronaldo e Jesè Rodriguez. Al contrario invece il tecnico francese dei ‘Blancos’ può sorridere forte del risultato ottenuto in quel di Roma ma anche per il recupero di calciatori come Gareth Bale e Marcelo. I giallorossi sono però reduci da un momento estremamente positivo con un trend di ben sette successi consecutivi che hanno prepotentemente rilanciato le ambizioni capitoline in campionato. Solite critiche invece in casa Madrid dove nel mirino c’è come sempre Florentino Perez, mentre intanto la squadra è reduce da nettissimo 7-1 in Liga tra le mura amiche contro il Celta Vigo che ha visto un Cristiano Ronaldo in grande spolvero.

Ecco le formazioni ufficiali di Real Madrid-Roma:

Real Madrid (4-3-3): Navas; Danilo, Sergio Ramos, Pepe, Marcelo; Modric, Casemiro, Kroos; Bale, Ronaldo, James.. Allenatore: Zidane.

Roma (4-2-3-1): Szczesny, Florenzi, Manolas, Zukanovic, Digne, Pjanic, Keita, Salah, Perotti, El Shaarawy, Dzeko . Allenatore: Spalletti

Real Madrid-Roma, un estratto delle parole dei tecnici in conferenza

Qui Zidane: “La Champions è il nostro obiettivo, ma dobbiamo solo concentrarci sulla partita con la Roma, che sarà difficile. Più che il loro momento di forma mi preoccupano i miei giocatori. Qualcuno vorrebbe vendere Cristiano Ronaldo? Di certo non io, che sono il suo allenatore e lo vorrei sempre in squadra. L’unica cosa alla quale pensiamo è quella di vincere la partita. Perché tanti pensano che sarà un match facile, ma non lo è. Sarà difficile. E dovremo giocare bene e vincere. James? Non è un suo problema, è un giocatore che si impegna e che si allena bene. L’importante è che dia tutto in campo, io gli chiederò sempre tanto perché è un grandissimo talento, ma lo chiedo a tutti. Lui sta migliorando. “L’unico obbligo che abbiamo è quello di battere la Roma… Dopo penseremo al prossimo match di Liga. Non penso al fatto che la stagione sia positiva o negativa, mi concentro giorno dopo giorno. Bale? È pronto per giocare, questo è l’importante. Non so se giocherà lui o Lucas Vazquez o entrambi. Chi gioca deve essere concentrato e pronto. Lo schema è semplice: dovremo difendere bene in non possesso e essere pericolosi quando attaccheremo. Sarà difficile decidere la formazione, ma è meglio avere tutti a disposizione”.

Qui Spalletti: “Il passaggio del turno nel 2008? E’ un piacevole ricordo ma ci sono pochi calciatori per fare questo riferimento. Quello che diventa importante è che i giocatori sappiano che qualsiasi partita dipende dalla forza che loro metteranno in campo. Il risultato dell’andata ci penalizza ma non devono pensare al risultato. Se uno scende in campo con l’idea di fare tre gol diventa difficile. Noi dobbiamo pensare a fare un gol, perché poi l’idea si ribalta. Questo è il pensiero che dobbiamo avere scendendo in campo. Loro hanno più vantaggi ma con un gol possiamo cambiare tutti. Noi dovremo fare la partita. Aggredire cosa vuol dire? Concedere sempre campo all’avversario? Non lo potremo fare. Dzeko? Sta facendo il suo lavoro nella maniera corretta. La sua assenza è stata una scelta. Lui ha caratteristiche diverse da quelle che sono state le mie ultime scelte tattiche. Pensando alla partita e pensando al vantaggio del Real, Dzeko ha delle possibilità in più di aiutarci nel comportamento che dovremo tenere in campo. Lui ha solo una strada: quella di farmi vedere che può fare molto di più di quello che sta facendo. Perché c’è da fare qualcosa di più nei tentativi di penetrazione in un’organizzazione difensiva come quella del Real. Lui può forzare questo tipo di situazioni”.