Via Real e Barça? La Spagna sempre prima nel Ranking Uefa

Via Real e Barça? La Spagna sempre prima nel Ranking Uefa

BARCELONA, SPAIN - MARCH 22: Lionel Messi of Barcelona is chased by Jese (20), Toni Kroos (8) and Cristiano Ronaldo of Real Madrid CF (7) during the La Liga match between FC Barcelona and Real Madrid CF at Camp Nou on March 22, 2015 in Barcelona, Spain. (Photo by David Ramos/Getty Images)

La vittoria del Real Madrid nel match di Champions League giocato ieri contro la Roma rafforza il primato nel Ranking Uefa della Spagna, primatista con 98.142 punti. Livello qualitativo e tecnico-tattico superiore quello spagnolo, con le proprie compagini che in Europa vincono e primeggiano, ma la Premier League rappresenta un degno avversario: il campionato inglese, attualmente, risulta quello migliore a livello organizzativo e sotto il profilo economico, oltre ad essere il più competitivo, come dimostrano le 29 gare in cui le big inglesi come Manchester United, Manchester City, Liverpool, Chelsea e Arsenal hanno accumulato 40 sconfitte totali.

“Ok, ma con Real Madrid e Barcellona in Spagna è tutto più facile” direbbe qualcuno, ma a smentire tale affermazione arriva la simulazione statistica di CF – calcioefinanza.it, che ha escluso dalla classifica sia il Barça che le Merengues, analizzando i risultati degli ultimi cinque anni, compreso quello attuale, delle squadre spagnole in Europa. Cosa ne è venuto fuori? Ancora il dominio spagnolo. Il Ranking Uefa sarebbe dominato dalla Spagna anche senza Real Madrid e Barcellona, potendo contare sui risultati di Atletico Madrid, Valencia, Siviglia e Villareal, che nelle ultime stagioni hanno ben figurato in ambito europeo.

Sottraendo i risultati di Barcellona e Real Madrid dal 2012 ad oggi e ricalcolando, poi, la media delle squadre rimanenti, sommando si ottengono 81,4 punti, che regalerebbero comunque il primo posto alla Spagna. Il meglio che c’è in Europa. Nel coefficiente per nazioni, nel 2012 l’Atletico Madrid fu la migliore squadra spagnola, anche grazie alla vittoria dell’Europa League, raccogliendo 34 punti. Per la prima volta nella storia delle Coppe la Spagna totalizzò più di 20 punti in media, diventati poi 16,8 considerando solo Siviglia, Valencia, Villareal e Athletic Bilbao, escludendo Barcellona e Real Madrid.

E’ nel 2014 che la Spagna ottiene il massimo, con la finale di Champions tutta spagnola tra Real Madrid e Atletico, che aveva eliminato il Barcellona ai quarti, oltre a vedere il Siviglia vincitore della prima Europa League dopo aver battuto il Valencia in semifinale e superato il Betis. Totalizzati 23 punti, che diventerebbero 20,4 senza le due big spagnole. Lo scorso anno si è verificata una situazione simile, con il Barcellona Campione d’Europa e il Siviglia vittorioso in Europa League. In questo 2016 la Spagna è l’unica nazione europea ad avere ancora in corsa tutte le squadre agli ottavi delle due coppe.

Non c’è fatturato che tenga, ma livello tecnico e qualitativo superiore delle compagini spagnole in Europa, un vero e proprio modello da seguire. Il calcolo di CF – calcioefinanza.it racconta questo, con la Spagna primatista con 81,4 punti, davanti alla Germania ferma a 77,606, all’Inghilterra con 73,909 e all’Italia con i suoi 70,272 punti.