SHARE

di francesco-sassuolo

Il suo Sassuolo ormai è ben più di una favola, ed Eusebio Di Francesco ormai è nel mirino di quei grandi club che spesso e volentieri si toglie lo sfizio di battere. Fresco di vittoria contro il Milan, venerdì il Sassuolo farà visita alla capolista Juvenuts, già battuta all’andata e imbattuta proprio da quella gara. Intervistato da Tuttosport, il tecnico dei neroverdi ha fatto il punto in vista dell’interessantissima sfida tra Juventus e Sassuolo.

 JUVENTUS – “Allegri si augura che il Sassuolo abbia finito di battere le grandi? Io spero invece di trovare una Juve distratta dal Bayern. Ci spero proprio visto che andremo giocare in casa della squadra migliore, la più forte, con una difesa che non prende gol da molto tempo. E con questo ho detto tutto. La panchina d’oro? Io ho votato per Montella ma non c’è dubbio che per Allegri sia un giusto riconoscimento. Ha saputo continuare nel modo migliore il lavoro cominciato da Conte. Non era facile né scontato dopo tre stagioni straordinarie. E’ stato davvero molto bravo. Impossibile col Bayern? Il 2-2 dell’andata non è un risultato favorevole ma la squadra bianconera, con le sue potenzialità, la sua qualità, la sua mentalità può davvero andare a giocarsela. Certo, servirà un’impresa ma non è impossibile. Anche perché il Bayern è sì sempre fortissimo ma non è un “macigno” come quelo di qualche tempo fa. Se abbiamo risvegliato noi la Juve all’andata? Questo andrebbe chiesto ad Allegri. Non so cosa si sono detti lui e i suoi giocatori dopo, negli spogliatoi. Io posso rispondere solo per la mia squadra”.

ZAZA E BERARDI – “Venerdì potrebbe giocare Zaza? Mi auguro proprio di no. Ho sempre paura del gol dell’ex. Figuriamoci stavolta. Lo conosco bene, è cresciuto e migliorato ancora. Anche se non è mai facile quando non si gioca con continuità. Simone comunque quando è stato chiamato si è sempre fatto trovare pronto a livello di prestazioni e di gol. Anche Berardi alla Juve? Tra familiari e procuratori c’è tanta gente che al momento opportuno gli darà dei consigli, Domenico non ha bisogno dei miei. Di sicuro è un giocatore da grande squadra, chi lo acquisterà farà un affare“.

SASSUOLO – “La nostra stagione? Abbiamo disputato e vinto finora delle partite importanti contro avversari di spessore, noi siamo una squadra che predilige giocare e cerca di farlo sempre divertendosi. E’ quello che più le riesce quando si trova di fronte formazioni di qualità che non si chiudono ma ti lasciano spazi. Speriamo che accada anche venerdì. Avremo diverse assenze ma proveremo come sempre a fare il nostro gioco. Europa? Non è un obiettivo semplice, si pensi anche alla battaglia in corso per il 3° posto che riguarda Roma, Fiorentina, Inter. Ci sono insomma tante squadre più forti di noi, per adesso pensiamo solo a divertirci e a toglierci insieme ai nostri tifosi qualche bella soddisfazione. Senza dimenticare che siamo partiti con l’obiettivo della salvezza. Ora che siamo in una buona posizione non è facile chiedere di più ai miei ragazzi. Le voci sul mio futuro? Tutto questo mi riempie di orgoglio, vuol dire che il mio lavoro viene seguito e apprezzato. Ad ora però dico che sono soltanto chiacchiere che lasciano il tempo che trovano. L’unica certezza è che ho ancora un anno di contratto con il Sassuolo e ci sto bene. Tutto il resto non conta”.

SHARE