Allegri: “Il calcio è opinabile. A Sacchi voglio bene”

Allegri: “Il calcio è opinabile. A Sacchi voglio bene”

Allegri conferenza

Massimiliano Allegri, allenatore della Juventus, è intervenuto nella consueta conferenza stampa alla vigilia del match con il Sassuolo. Ecco le sue dichiarazioni:

SACCHI – “Non ho niente da rispondere. Io come ho detto tante volte, rispetto le idee di tutto, perché il calcio è opinabile, quindi non ho da dire niente. Al Rosenborg non posso che fare i complimenti perchè è una squadra che ha vinto tantissimi campionati e quindi credo che anche loro abbiano una storia che vada rispettata. Veramente mi viene da sorridere perchè non so cosa rispondere. Credo che il calcio sia un gioco, molto semplice, di conseguenza è bello perchè è opinabile. Esci di qui, o magari tra di voi chiacchieravate sulla formazione, su quello che ha giocato meglio o peggio. Il bello del calcio è questo, quindi io più che rispettare le idee e di tutti e soprattutto di Sacchi, che è uno che ha stravolto il calcio, è un guru del calcio, quando parla lo ascoltiamo. Poi uno può essere d’accordo o non d’accordo, questo è un altro discorso, ma questo fa parte della vita, quindi non vedo tutta questa problematica, non ce n’è. Io domani devo pensare a battere il Sassuolo, preparare la partita nel migliore dei modi perchè alla fine il nostro obiettivo è quello di arrivare a vincere il quinto Scudetto che sarebbe una cosa straordinaria e che solo la Juventus del ’30-’35 lo ha fatto, in un calcio ormai lontano quasi 100 anni. Questi ragazzi raggiungerebbe un traguardo straordinario e questo per noi deve essere l’obiettivo principale e bisogna essere focalizzati su questo obiettivo. Per arrivarci, bisogna arrivarci con un passettino alla volta, senza farsi distrarre da quelle che possono essere esternazioni di tutto e di tutti, bisogna avere la forza di non essere scalfiti da niente e da nessuno, Dentro il campo e fuori. Poi alla fine conta quello che fai, non quello che dici”.

SASSUOLO – “No, la testa non è assolutamente alla partita di mercoledì, perchè innanzitutto da venerdì a mercoledì c’è quasi una settimana, sono cinque giorni. Domani abbiamo una partita importante per noi soprattutto perchè bisogna vincere, contro una squadra che sta giocando molto bene, è a ridosso dell’Europa League, della zona Europa, una squadra che finora ha battuto tutte le grandi, quindi sarà una partita difficile. Il Bayern per noi non deve essere un’ossessione, l’ho già detto e lo ripeto. Per noi la Champions deve essere un sogno realizzabile, quindi ci penseremo da sabato mattina”.

 

RECUPERATI – “Chiellini domani no. A Monaco vedremo. Faremo… i dottori faranno l’impossibile… il possibile, perchè l’impossibile non si può fare, per metterlo a disposizione. Sturaro ha fatto allenamento e sta bene. A parte Chiellini e purtroppo Caceres, tutti gli altri sono a disposizione per la partita di domani”.