Mancini: “Io tifoso del Bologna. Murillo è ok, Jovetic dopo la sosta”

Mancini: “Io tifoso del Bologna. Murillo è ok, Jovetic dopo la sosta”

Mancini-Conferenza-Stampa-840x420

Dopo la buona vittoria contro il Palermo, l’Inter si rituffa in campionato dove domani sera al Meazza affronterà il Bologna di Donadoni. Un girone fa la vittoria con rete di Icardi costò la panchina a Delio Rossi, sostituito proprio dal tecnico bergamasco, che ha completamente stravolto in positivo la stagione dei Felsinei. La conferenza stampa del tecnico nerazzurro Roberto Mancini alla vigilia di Inter-Bologna.

IL BOLOGNA – “Sono tifoso del Bologna, merita di tornare in alto. Donadoni è un grande allenatore, sta facendo benissimo. Possono crearci dei problemi. Hanno ritrovato tranquillità e hanno tanti giocatori interessanti. Solo dopo penseremo alla Roma. Il presidente del Bologna? L’ho conosciuto attraverso un amico comune, sono felice abbia preso la società, Bologna si merita un club ad alti livelli. A Bologna torno tutte le settimane… come allenatore? Vedremo, dicono che sono bollito ma ho ancora tanti anni davanti”.

FUTURO NERAZZURRO – “Ho sempre stimoli qui perché mi piace fare questo lavoro, amo il mio mestiere”.

MODULI – “Non conta il modulo, ma l’atteggiamento: a volte ci si focalizza troppo sui numeri. Dipende anche dai giocatori che si hanno a disposizione. Perisic è arrivato solo a fine mercato, Biabiany stava recuperando. Da quando è tornato, abbiamo più soluzioni, non ci sono problemi”.

LJAJIC – “Il fisico, il corpo c’era (ride, ndr). Si è allenato bene, è sempre così quando sa che potrà giocare. Il problema è quando pensa di non dover giocare… Mi piace avere giocatori così, magari ti fanno arrabbiare ma sanno fare la differenza”.

MURILLO E JOVETIC – “Jeison sta bene, nessun problema. Stevan soffre ancora del problema al polpaccio, spero sia pronto dopo la sosta. Con un problema del genere credo che per la Roma non ce la faccia”.

ERKIN ESCLUDE TELLES? – “Puntiamo molto su di lui, crescerà molto, ha passaporto italiano. Dipenderà dall’accordo con il Galatasaray. Icardi ha un contratto lungo, non ci saranno problemi”.

ULTIMO PERIODO – “Abbiamo avuto alti e bassi, ma gli errori fanno parte della costruzione di una squadra. Siamo giovani, non tutti lo ricordano: cresceranno ancora”.