Mihajlovic sprona Balotelli: “Deve migliorare psicologicamente”

Mihajlovic sprona Balotelli: “Deve migliorare psicologicamente”

balotelli

Sinisa Mihajlovic, allenatore del Milan, è intervenuto in conferenza stampa alla vigilia del match contro il Chievo Verona. Ecco tutte le sue dichiarazioni:

LAVORO – “Io posso guardare le prestazioni che abbiamo fatto e per quanto abbiamo creato ci mancano dei punti, ma è anche colpa nostra. Spesso succede e in questo modo diventa tutto più difficile. Non ti so rispondere alla domanda, perché io lavoro sempre in un certo modo e i ragazzi si allenano sempre bene. I risultati sul campo penso siano diversi dagli ultimi 2-3 anni. Ho letto l’intervista di Maldini e credo abbia spiegato bene la situazione. Penso si capisca anche da fuori che è stato fatto un certo tipo di lavoro e che il Milan sia migliorato, anche se abbiamo ampi margini di miglioramento”.

CALO FISICO – “Aveva ragione Guardiola dicendo che quando si perde in Italia è sempre un problema di condizione fisico. Non si può cambiare versione in base al risultato. Secondo i dati che ci arrivano la squadra ha corso quasi come in tutte le partite precedenti. Sono giocatori che giocano quasi sempre e spendono molto e magari non sono freschi. Tanto è vero che a quelli che hanno giocato di più in settimana ho dato un giorno di riposo. Purtroppo non ho cambi in certi ruoli senza mantenere inalterata quantità e qualità. Honda e Bonaventura giocano sempre e sono fondamentali. Cerchiamo di gestirli bene in settimana per far sì che siano freschi in partita”.

BERTOLACCI –  “E’ stato sfortunato perché ha avuto 2-3 infortuni all’apice del suo rendimento e poi doveva riprendere. Certamente non è facile ripartire da zero, è un giocatore importante che abbina bene qualità e quantità. Se dovesse giocare con il 4-3-3, anche nel suo passato l’ha fatto. Vediamo, abbiamo Locatelli, che mi sta sorprendendo. E’ un giocatore che forse ancora oggi non è ancora pronto come intensità, ma per intelligenza sarà certamente il futuro del Milan. Tra qualche settimana sarà pronto anche lui, si sta adattando bene ai nostri ritmi, tiene botta e migliora di allenamento in allenamento. Diventerà una risorsa importante”.

DIFESA – “Stanno tutti e tre bene, sceglierò di partita in partita. Settimana scorsa ho scelto Alex e Zapata perchè i loro attaccanti erano veloci. Domani forse cambierò, ho già deciso, sempre pensando che sia una scelta giusta”.

BALOTELLI –  “Lui è da due mesi che si allena regolarmente quindi fisicamente penso stia bene. Ho chiesto a lui e allo stesso Menez di fare delle cose e loro le fanno una volta sì e quattro no e non ce lo possiamo permettere. Menez magari per le condizioni fisiche, Balotelli perchè non riesce magari a mantenere la concentrazione. Non voglio paragonare Mandzukic a Balotelli, perchè hanno diverse caratteristiche, però potevano fare di più in fase di non possesso. Le mie scelte sono sempre per il bene del Milan”.

CAMBIO MODULO –  “Se dovessimo cambiare, in campo scenderanno solo quelli al 100%. Quelli che non stanno bene fisicamente entreranno a partita in corso in base ai minuti che hanno nelle gambe. Questo modulo l’abbiamo utilizzato per qualche partita dopo la sconfitta di Napoli. L’ho detto ai miei ragazzi ieri, i moduli contano relativamente, basta guardare lo spirito della Juventus di ieri sera dopo aver vinto 4 Scudetti consecutivi. E’ una squadra che è una spanna sopra gli altri per l’atteggiamento. Mandzukic e Dybala e tutti gli altri fanno un grande lavoro di sacrificio. Questo deve essere un nostro obiettivo, in base alle caratteristiche dei nostri giocatori”.