Fiorentina-Verona 1-1, analisi e pagelle: Pisano e fischi al Franchi

Fiorentina-Verona 1-1, analisi e pagelle: Pisano e fischi al Franchi

fiorentina-verona-pisano

“Grigiore e tantissimi errori al Franchi. Fiorentina-Verona finisce 1-1, al gol di Zarate nel primo tempo risponde Pisano nella ripresa. Ghiotta occasione persa dai gigliati, lontani parenti di quelli ammirati nel girone di andata. Sousa rimane a 5 punti di distacco dalla zona Champions League, ormai un miraggio e niente più”

CHIAVE TATTICA Sousa mette in pratica un pesante turnover e schiera una Fiorentina quasi inedita con Alonso nei tre dietro al posto di Gonzalo Rodriguez, Pasqual alto a sinistra, Zarate dietro al rientrante Babacar. Il modulo è fluido: quando i viola difendono si chiudono a 4 in difesa, mentre in fase di possesso palla il 33enne capitano si sgancia in avanti per aiutare la transizione. l’Hellas risponde presente con un centrocampo folto a 5, Wszolek e Rebic hanno il compito di pressare i portatori di palla viola sperando di innescare rapidi break; Toni il riferimento centrale e fulcro del gioco soprattutto nei momenti di difficoltà con Greco dietro ad agire da collante tra i reparti. I toscani spingono bene a destra grazie all’intraprendenza di Tello che ingaggia un duello tutto in velocità con Fares.

IL MOMENTO Mancano appena cinque minuti alla fine di Fiorentina-Verona. I gialloblu spingono mentre la Viola fa quello che può per limitare i danni. Da calcio d’angolo arriva però la beffa: Eros Pisano stacca in mezzo a tante casacche gigliate e ammutolisce il Franchi. Battuta d’arresto tremenda per i toscani che vedono allontanarsi le zone alte della classifica.

LA GIOCATA Al 60′ la Fiorentina rischia su incursione dalla sinistra di Rebic. L’esterno croato di proprietà della squadra viola, attualmente in prestito ai gialloblu, punta bene la porta difesa da Tatarusanu: bella la sua sterzata all’altezza dell’area piccola con la quale manda a vuoto Borja Valero, rientro sul destro e tiro potente sul quale si immola Astori in spaccata. Fondamentale la copertura dell’ex Roma e Cagliari che toglie le castagne dal fuoco al suo portiere.

I PROTAGONISTI Tello è l’uomo in più di questa Fiorentina. Tanto basta per far saltare in aria il fortino scaligero di questa domenica di marzo. L’ex Barcellona fa quello che vuole quando viene lanciato sull’out, dribbling a profusione e giocate nello stretto, suo l’assist per l’accorrente Zarate. Preziosa la prova dell’argentino ex Lazio, gol pesante il suo che apre il match; forse fin troppo innamorato della sfera, “niente di nuovo sul fronte occidentale”. Tra le file del Verona nota di merito per Siligardi, subentrato a Greco al 60′ da profondità e imprevedibilità al gioco dei suoi, e per Eros Pisano ancora in gol su palla inattiva.

Tabellino Fiorentina-Verona:

Fiorentina (3-4-2-1): Tatarusanu 6; Tomovic sv (6′, Roncaglia 5,5), Astori 5, Alonso 6; Tello 7, Tino Costa 5 (56′, Bernardeschi 6), Borja Valero 5,5, Pasqual 5,5; Zarate 6,5, Mati Fernandez 5; Babacar 5 (75′, Kalinic sv).  All. Sousa.

Verona (4-2-3-1): Gollini 6,5; Pisano 6,5, Helander 5, Bianchetti 5,5, Fares 5,5; Marrone 5,5 (79′, Emanuelson sv), Ionita 5,5; Wszolek 5,5 (72′, Pazzini 6), Greco 5 (59′, Siligardi 6,5), Rebic 6,5; Toni 5.  All. Del Neri.

Gol: Zarate 39′, Pisano 86′

Ammoniti: Helander, Astori, Mati Fernandez

Espulsi:

Stefano Mastini