Fiorentina-Verona, le formazioni ufficiali: out Kalinic, torna Zarate

Fiorentina-Verona, le formazioni ufficiali: out Kalinic, torna Zarate

fiorentina-verona

Diramate le formazioni ufficiali di Fiorentina-Verona, sfida del Franchi di Firenze valevole per la 29° giornata di Serie A 2015/16. Viola alla ricerca della vittoria che potrebbe rilanciare le speranze Champions League, scaligeri alle prese con una classifica decisamente mortificante.

Fiorentina-Verona, le formazioni ufficiali:

Fiorentina (3-4-2-1): Tatarusanu; Tomovic, Astori, Alonso; Tello, Tino Costa, Borja Valero, Pasqual; Zarate, Mati Fernandez; Babacar.  All. Sousa.

Verona (4-4-2): Gollini; Pisano, Helander, Bianchetti, Marrone, Toni, Wszolek, Greco, Ionita, Rebic, Fares.  All. Del Neri.

Fiorentina-Verona, le sensazioni della vigilia:

Sousa – “Fino ad ora abbiamo creato delle aspettative che vogliamo mantenere. Dobbiamo pensare a vincere, come abbiamo fatto sin dall’inizio. A livello psicologico siamo cresciuti tanto, siamo tornati ad essere primi dopo tanti anni, abbiamo alzato le aspettative di tutti senza nasconderci. Ora dobbiamo mantenere questo status di miglioramento e di personalità, dobbiamo essere concentrati per vincere le partite. La squadra dopo i giorni liberi sta bene, dall’inizio della settimana abbiamo lavorato molto bene, con intensità e predisposizione al lavoro per migliorarci continuamente individualmente e come gruppo, cercando di costruire la vittoria già in settimana. Fiorentina-Verona è una partita in cui non possiamo guadagnare nulla, dobbiamo solo vincere, l’idea deve essere solo quella. Il Verona ha tanta fisicità, sui calci piazzati può creare difficoltà, sono forti anche in ripartenza, non è facile trovare spazi tra le linee. Saltare l’uomo, creare spazi, sarà importante”.

Del Neri – “Che Hellas per Fiorentina-Verona? Vorrei una squadra capace di costruire più azioni pericolose, al contrario di quanto fatto nelle ultime due partite. Ci affidiamo più agli errori altrui, servirà più iniziativa da parte nostra. Dovremo prestare molta attenzione, soprattutto alla loro grande qualità: è una squadra con diversi giocatori tecnici, starà a noi contrastarli nel migliore dei modi. Romulo ha avuto un risentimento muscolare e per questo non l’ho convocato. Rebic e Gilberto non so se saranno titolari, il fatto che siano degli ex non vuol dire che devo metterli per forza. Ci sono tanti altri giocatori che possono essere presi in considerazione”.

Stefano Mastini