PSG senti Ibrahimovic: “Ad ora penso di andarmene a fine stagione…”

PSG senti Ibrahimovic: “Ad ora penso di andarmene a fine stagione…”

thiago silva ibrahimovic

Il Paris Saint Germain strappa con ben otto giornate di anticipo il titolo di Campione di Francia, gli uomini di Blanc però non fanno nemmeno in tempo a godersi il tanto agognato traguardo che Zlatan Ibrahimovic lascia tutto l’ambiente di stucco dichiarando al termine della gara, stravinta contro il Troyes per 9-0, “Ogni trionfo ha un sapore speciale. Sono felice di giocare assieme a questi compagni fantastici, in quasi quattro anni abbiamo vinto tutto. Mi godo questo momento. Ho sempre avuto un ottimo rapporto con il tifo del Paris Saint Germain. A Parigi mi sento felice, però devo aggiungere che, allo stato attuale, penso che a fine stagione potrei andarmene da qualche altra parte“.

IBRA E IL PSG Umorismo o realtà? Zlatan Ibrahimovic è infatti apparso in vena di scherzi ai microfoni dell’emittente transalpina beIn Sports aggiungendo poi: “Stando a quanto riportato nel mio contratto ho ancora un mese e mezzo da passare qui in Francia e ancora non ho deciso cosa farò in futuro, in particolare per la prossima stagione”. Lo sceicco Nasser Al-Khelaifi sarebbe però pronto a tutto per blindare l’asso svedese come dichiarato “Ibrahimovic è magico. Tutti vogliamo che rimanga al PSG anche in futuro. Parleremo con lui”, evenienza questa che ha fatto divertire non poco l’ex Milan e Barcellona al punto da esclamare: “Pronto a tutto? Non credo possano sostituire la Torre Eiffel con una mia statua (ride ndr), ma se lo dovessero fare resterei, prometto!”.

Con quello di oggi sono 11 titoli nazionali in 12 anni per il 35enne svedese, protagonista assoluta della cavalcata dei parigini con 27 gol messi a segno in Ligue1, cifra che ha fatto lievitare le sue statistiche in terra transalpina dove si contano ben 102 reti all’attivo in 115 presenze ufficiali. Insomma una bella “gatta da pelare” per la dirigenza parigina che tenterà fino all’ultimo di convincere Ibra a non mollare la casacca del PSG.

Stefano Mastini