Sousa fa mea culpa: “Abbiamo meritato i fischi”

Sousa fa mea culpa: “Abbiamo meritato i fischi”

sousa-fiorentina

Brutto stop per la Fiorentina di Paulo Sousa. Un pari in casa contro l’Hellas Verona, ultimo in classifica, che ha lasciato l’amaro in bocca in casa viola con i tifosi che non hanno risparmiato fischi alla formazione gigliata al momento dell’uscita dal campo.

SOUSA FA MEA CULPA Queste le parole di Paulo Sousa al termine della gara contro gli scaligeri: “I tifosi hanno tutto il diritto di rimproverarci. I fischi sono meritati, siamo stati molto lontani a quanto dimostrato fino ad adesso. Il problema nasce dal momento e da tanti fattori: una certezza è che sappiamo che determinati giocatori comportano un certo tipo di gioco. Ci sono dei momenti che possono succedere in una stagione, da Roma le nostre aspettative si sono assottigliate. Stiamo lavorando anche sulla questione psicologica, di saper dominare i momenti difficili ed essere più maturi anche se la squadra è molto migliorata in questo”.

Ha aggiunto poi il tecnico portoghese: “Terzo posto? Dobbiamo crederci sempre, perché se ci abbiamo creduto fino ad adesso vale la pena provarci le prossime 9 partite. Certo, se giochiamo come oggi sarà più difficile. Ho sempre fatto autocritica, accetto tutte le critiche dall’esterno. Cerco di aiutare a migliorare tutti i giocatori, il rischio fa parte della mia vita. I risultati sono importanti per gli allenatori, ma conta anche la capacità di far emergere i giocatori. Babacar ha fatto una settimana buona e per questo meritava di essere titolare”.

Chiosa finale di Sousa sullo stato dei singoli in difesa: “Tomovic? Devo ancora parlare con il dottore, domani farà gli accertamenti. La botta ha fatto girare il ginocchio, vediamo cosa comporta. Gonzalo non ha niente di preoccupante, ha dei problemi importanti alle ginocchia e sta facendo una stagione straordinaria. In settimana ha avvertito un risentimento al polpaccio e non abbiamo voluto forzare”.

 

Stefano Mastini