SHARE

aubameyang

Pierre-Emerick Aubameyang è certamente l’uomo del momento nel panorama del calcio europeo con i suoi 33 gol in 39 presenze stagionali che stanno trascinando il Borussia Dortmund di Thomas Tuchel all’inseguimento della corazzata Bayern Monaco in Bundesliga e nella corsa alla conquista dell’Europa League.

L’attaccante del Gabon è tra gli obiettivi dei maggiori club europei per la prossima stagione, Real Madrid in primis, che vorrebbe affiancarlo a Cristiano Ronaldo, sacrificando così Karim Benzema. Blindato da un contratto fino al 2020 con il club tedesco, Aubameyang resta in cima alla lista dei desideri delle Merengues del presidente Florentino Peres, nonostante la smentita del diretto interessato ai microfoni di Bein Sport circa l’esistenza di un accordo già definito. “Non c’è nessun accordo. Come ho già detto più volte, mi piacerebbe giocare in Spagna perchè l’ho promesso a mio nonno e per avere un pò di tempo buono per me finalmente nella mia vita“. La domanda a questo punto è d’obbligo, vista la concreta possibilità di lasciare la Bundesliga per trasferirsi in un altro dei quattro campionati più importanti: dove giocherà la prossima stagione?

“Il Psg non è il mio obiettivo. E non posso dire altro. Ma non vedo perché dovrei tornare in Francia, visto che l’ho lasciata tre anni fa”. Scartata dunque anche l’ipotesi di un ritorno in Ligue 1 per sostituire Zlatan Ibrahimovic al Psg, dopo la brillante esperienza con la maglia del Saint-Etienne (97 presenze, 41 gol) di qualche stagione fa. Figlio d’arte, nato in Francia nel ’89, Aubameyang ha mosso i suoi primi passi in Italia con la Primavera del Milan, prima dei prestiti a Digione, Lille, Monaco e appunto Saint-Etienne, società che lo riscattò nel dicembre del 2011; nel 2013 il Borussia Dortmund pagò 13 milioni più 2 di bonus per strapparlo ai francesi. Nel corso di quest’annata da record, Aubameyang è in lotta assieme a Gonzalo Higuain per il primato nella classifica parziale della Scarpa d’Oro.

SHARE