SHARE

 

de guzman carpi

Un pallone che pesava come un macigno: quello che Jonathan De Guzman ha calciato dagli undici metri nella sfida salvezza contro il Frosinone al “Braglia”. Il centrocampista olandese si è trasferito nel mercato di gennaio al Carpi in prestito dal Napoli, ma non aveva ancora giocato anche a causa di un infortunio. Ieri De Guzman è entrato in campo ad un quarto d’ora dalla fine, lanciato da Castori nella speranza di riaprire il discorso salvezza: quando Crimi si è inventato una serpentina micidiale ed è stato steso da Soddimo l’arbitro Banti non ha avuto dubbi assegnando il rigore ai biancorossi, così come non ha avuto dubbi De Guzman che si è subito incaricato della trasformazione e ha realizzato con freddezza.

Il centrocampista offensivo olandese potrà essere un’arma in più per la formazione di Castori, che con il successo di ieri si è portata a soli due punti dal quartultimo posto che vale la permanenza in Serie A. De Guzman ha poi rilasciato importanti dichiarazioni al termine del match: “Sono felice di essere tornato in campo e per il gol, quando ero sul dischetto ho pensato che potesse essere il mio momento per tornare a segnare; sono molto contento per la squadra, ma dobbiamo già pensare alla prossima trasferta di Verona”.

L’ex centrocampista dello Swansea era arrivato al Napoli nell’agosto del 2014 per una cifra considerevole, vicina ai sei milioni di euro. Il suo esordio è stato col botto: entrato dalla panchina alla prima di campionato a Marassi contro il Genoa, ha firmato al ’95 il gol decisivo per la vittoria degli azzurri. Qualche settimana dopo ha realizzato una tripletta contro lo Young Boys in Europa League. Schierato da Benitez con discreta regolarità anche se solitamente è partito dalla panchina, sotto l’ombra del Vesuvio ha vinto anche una Supercoppa Italiana ed ha chiuso la stagione con un buon bottino di sette reti. Ma Benitez va via e al suo posto arriva Sarri, che lo esclude sin da subito dai suoi piani, tanto che non riesce a collezionare neanche una presenza nel corso della stagione attuale. Ora l’arrivo al Carpi: un giocatore di livello per i biancorossi, protagonista anche del mondiale 2014 in Brasile, che cercherà di aiutare il club emiliano a raggiungere una salvezza che sembrava insperata e che dopo il rigore di De Guzman non è più cosi lontana.