SHARE

pioli

Tremenda sconfitta per la Lazio in Europa League, uno 0-3 secco all’Olimpico che non lascia scampo agli uomini di Pioli e vengono così sbattuti fuori agli ottavi di finale della competizione continentale. L’allenatore biancoceleste non si è però esentato dal presentarsi alle telecamere nell’immediato post partita per chiarire al meglio le sue sensazioni.

PIOLI E LA LAZIO Queste le parole del tecnico biancoceleste Stefano Pioli alla fine della gara di Europa League Lazio-Sparta Praga: “La nostra è stata un prestazione deludente, con troppi errori. Una partita non si può decidere in 12 minuti. Abbiamo sbagliato l’approccio, conoscevamo le difficoltà della gara, serviva più attenzione. Quando sbagli tanto lo paghi in questi palcoscenici, poi diventa dura. Nel primo tempo abbiamo creato tanto, poteva rimettere in piedi ma non abbiamo concretizzato. C’è grande delusione, è stata una gara negativa. Questa è una botta forte, che interrompe la corsa in Europa dove eravamo stati più bravi e attenti rispetto al campionato”.

Pioli poi  sollecitato sul possibile addio ha tenuto a precisare “Dimissioni? Sarebbe facile andare a casa, adesso è il momento di metterci la faccia. La squadra e le scelte le faccio io, sono il primo responsabile, mancano ancora tante partite alla fine del campionato, ci mancherebbe che andassi a casa ora. L’approccio è il nostro tallone d’Achille. È difficile reagire sempre, poi più si pensa a certe cose e più si ripetono. Dobbiamo migliorare, è importante cominciare bene la partita ma non determinante ai fini del risultato finale. Noi dobbiamo riuscire a restare in partita per 90′. Abbiamo dei numeri strani, la scorsa stagione prendevamo gol nei primi 15 minuti del secondo tempo, quest’anno nel primo. Sappiamo quanto sarebbe importante andare sopra, lo sa anche la squadra. Oggi c’era in campo una squadra tra le più mature che potessi schierare”. (fonte LaLazioSiamoNoi.it)

Stefano Mastini

SHARE