SHARE

aubameyang

Nel ritorno degli ottavi di finale di Europa League si è giocato il match Tottenham-Borussia Dortmund, partita che ha visto i tedeschi vincere per 2-1 dopo aver trovato anche all’andata un comodo successo per 3-0.

LA CHIAVE TATTICA – Gli inglesi scendono in campo con la distrazione della Premier League: c’è l’inaspettata capolista Leicester da rimontare e l’impresa è possibile, in più il pesante passivo di 3-0 subito nella partita di andata sembra insormontabile contro un avversario di livello. Il Tottenham non rinuncia comunque ad attaccare facendo del gioco veloce palla a terra la sua arma principale soprattutto grazie ai fantastici interpreti di attacco. Pochettino fa rifiatare Kane e sceglie al suo posto il coerano Son come unica punta, supportato dal trio Lamela-Alli-Chadli. Son e quest’ultimo in verità si scambiano diverse volte il ruolo di esterno sinistro e di terminale offensivo. Gli esterni difensivi con compiti di sovrapposizione coi compagni più avanzati sono Trippier e Davies, a difendere la coppia di centrali Alderweireld-Wimmer ci sono Dier ed il forte Mason.

Nel Borussia Dortmund mister Tuchel si affida ai titolari con qualche eccezione: fuori Hummels in difesa, ci sono Subotic e Sokratis Papastathopoulos con ai lati Piszczek e Schmelzer, elementi di corsa e con buone prerogative al cross. Ginter, Gonzalo Castro e Weigl garantiscono inserimenti e sostanza al reparto nevralgico del campo, in avanti invece la classe e la concretezza dei rapidi Mkhitaryan, Aubameyang e Marco Reus fa il resto. La partita è gradevole grazie anche e soprattutto all’approccio leggero degli ospiti che scendono in campo a White Harl Lane con lo scopo di divertirsi, complice il grande vantaggio accumulato all’andata. Gli Spurs dal canto loro provano a costruire iniziative importanti ma senza essere quasi mai pericolosi. Pochi i tiri in porta, gli uomini del reparto avanzato finiscono in fuorigioco tre volte ma è tantissimo in relazione alle azioni pericolose costruite, mentre la concentrazione non è quella dei giorni migliori. Infatti i gol subiti arrivano su dei palloni persi malamente nella propria trequarti campo, ed in particolare sulla seconda rete incassata il Tottenham dimostra scarsa preparazione mentale soprattutto nell’opporre resistenza alla manovra offensiva avvolgente dei gialloneri. Tanto possesso palla ma sterile insomma, e d’altronde è mancato tantissimo Harry Kane, la stella assoluta dei Whites. Per Lamela, Alli e Chadli solo qualche spunto e poco altro, alla fine il migliore del reparto d’attacco del Tottenham è Son, volitivo e che vede premiati i propri sforzi con il gol della bandiera. Per il Borussia Dortmund è stata una gita di piacere a Londra.

I PROTAGONISTI – Come detto, solamente Son brilla tra i padroni di casa che sono passati dalla grande partita giocata domenica scorsa contro l’Aston Villa al fastidio di dover affrontare un match di Europa League nel quale nessuno riponeva speranze per una rimonta. Nel Borussia la superstar di giornata è Aubameyang con la sua doppietta.

IL MOMENTO – Il vantaggio del BVB arrivato al 24′ del primo tempo è lo specchio dell’intero ottavo di finale: il Tottenham perde malamente un pallone a centrocampo che in un paio di tocchi arriva ad Aubameyang: l’ex primavera del Milan lascia partire un siluro dal vertice sinistro dell’area di rigore sul quale nulla può Lloris.

LA GIOCATA – Splendida l’azione del raddoppio del Borussia, con quattro uomini ad accompagnare l’azione guadagnando campo in linea, cosa che provoca il repentino schiacciamento della difesa di casa che nulla può contro una simile organizzazione di gioco. Mkhitaryan serve dalla lunetta centralmente Aubameyang, il quale buca ancora una volta Lloris con un diagonale sul primo palo che sbatte sul montante prima di insaccarsi.

 

 

TOTTENHAM-BORUSSIA DORTMUND 1-2 TABELLINO E PAGELLE

TOTTENHAM (4-2-3-1): Lloris 6; Trippier 6, Alderweireld 5.5, Wimmer 6, Davies sv (13′ Rose 6); Dier 5.5, Mason 6; Lamela 5 (74′ Onomah sv), Alli 5 (70′ Carroll 6), Chadli 5; Son 6.5
A disp.: Vorm, Winks, Carter-Vickers-Kane
All.: Pochettino 5

BORUSSIA DORTMUND (4-3-3): Weidenfeller 6; Piszczek 6.5, Subotic 6.5, Sokratis 6 (54′ Durm 6), Schmelzer 6.5; Ginter 6.5, Castro 5.5, Weigl 6, Mkhitaryan 6.5 (72′ Kagawa 6), Aubameyang 7.5, Reus 6 (60′ Pulisic 6)
A disp.: Burki, Hummels, Sahin, Ramos
All.: Tuchel 6.5

MARCATORI: 24′ e 71′ Aubameyang (B), 74′ Son (T)
AMMONITI: Lamela, Alderweireld (T), Castro (B)
ARBITRO: Rizzoli (ITA)

 

SHARE