SHARE

edin-dzeko-torino-roma-serie-a_1wo2694uqezcs12tvvzye3svbf

Per un posto in Champions League, per permettere ai propri tifosi di continuare a sognare: questo e tanto altro concentrato nei 90 minuto dell’Olimpico dove si affronteranno la Roma di Spalletti e l’Inter di Mancini. A poco meno di un’ora dall’inizio del match sono state diramate le formazioni ufficiali, ecco le scelte definitive dei mister di Roma e Inter per il main event della giornata di Serie A.

Le probabili formazioni di Roma-Inter

ROMA (4-3-3): Szczesny; Florenzi, Rudiger, Manolas, Digne; Pjanic, Nainggolan, Keita; Salah, Perotti, El Shaarawy. All.: Spalletti

INTER (4-2-3-1): Handanovic;  Nagatomo, Miranda, Murillo, D’Ambrosio; Brozovic, Medel; Biabiany, Ljajic, Perisic; Eder. All.: Mancini

QUI ROMA, le ipotesi pre match – Periodo di forma strepitoso per i giallorossi, nei risultati e nei singoli. Spalletti recupera il difensore tedesco Rudiger, che sarà convocato ma partirà con molte probabilità dalla panchina. Al suo posto pronto Zukanovic. I due di centrocampo saranno Pjanic e Nainggolan, mentre davanti Salah, Perotti e El Shaarawy agiranno alle spalle di Edin Dzeko. Spalletti su Dzeko: “Entrambe le soluzioni saranno possibili, ma questa volta ci prendiamo del tempo in più per valutare. Posso usare entrambe le situazioni, lo valuteremo nelle ore che mi rimangono”.

QUI INTER, le ipotesi pre match – La squadra di Mancini arriva a Roma con un nuova verve rispetto alle ultime settimane, grazie alle vittorie ritrovate in campionato. Nonostante ciò i nerazzurri devono far fronte a diverse assenze tra centrocampo e attacco. Solita difesa, salvo sorprese “manciniane”, con Nagatomo, Miranda, Murillo e D’Ambrosio. Con Kondogbia non in perfette condizioni, la mediana a due dovrebbe essere formata da Brozovic, anch’egli non al 100%, e Medel. Davanti, con le assenze di Icardi, Palacio e Jovetic, spazio a Biabiany sulla destra, con Perisic dall’altro lato, e Eder e Ljajic centrali. Mancini: “Sarà una partita in cui può accadere di tutto, loro sono in forma, sono forti e non dimentichiamo che erano partiti per vincere lo scudetto. In questo campionato è difficile dire che una partita sarà decisiva: certo la sfida dell’Olimpico è delicata e importante, potrà dare un indirizzo alle altre che seguiranno. I ragazzi sono concentrati e tranquilli”.

SHARE