Buffon: “Non si è numeri uno fuori da un gruppo”

Claudio Cafarelli
20/03/2016

Buffon: “Non si è numeri uno fuori da un gruppo”

Buffon

Splendida dedica di Gianluigi Buffon dopo aver raggiunto il record di imbattibilità in serie A nel derby della Mole contro il Torino. Subito dopo il match il portiere bianconero ha voluto ringraziare tutti i giocatori della rosa a dimostrazione che il gruppo conta più del singolo. Ecco la dedica dell’estremo difensore apparsa sulla sua pagina ufficiale Facebook

Nessun record è figlio di un singolo e non si è numeri 1 fuori da un gruppo: allora voglio dire grazie a…

…Neto per la tranquillità che dona a tutta la squadra ogni volta che scende in campo
…Rubinho, leader paziente e silenzioso
…Chiello perché ‪#‎finoallafine‬ lui non molla mai
…Caceres per l’entusiasmo che mostra anche nei momenti più difficili
…Alex Sandro perché vederlo saltare l’uomo è sempre un piacere
…Barzagli: da clonare, subito
…Bonucci, per la sua personalità a testa alta sempre al servizio della squadra
…Rugani, perché saper ascoltare è una dote rara
…Stephan, gambe e polmoni di questa Juve
…Evra, se non ci fosse bisognerebbe comprarlo
…Khedira: l’uomo giusto sempre nel posto giusto
…Marchisio, l’unico giocatore che conosco di colore bianco/nero
…Pogba, perché non vive il calcio ma lo inventa
…Hernanes, perché ogni squadra deve avere il proprio Profeta
…Lemina, semplicemente uno da Juve
…Padoin, dove lo metti sta, e sta benissimo
…Asamoah, la sua voglia di calcio è più forte di qualunque infortunio
…Sturaro, “lotta, cade, si rialza e sempre vincerà”
…Pereyra perché la fantasia è il sale di questo sport
…Zaza, nato per segnare da qualunque posizione
…Morata, di lui c’è sempre bisogno
…Cuadrado, perché ogni volta che parte sembra dire “prendimi se ci riesci”
…Mandzukic, primo ad attaccare e sempre primo a difendere
…Dybala, se dopo Thuram, Zidane e Pirlo il 21 è andato a lui, un motivo ci sarà
…e al Mister, un vincente nel tempio dei vincenti!