SHARE

12874294_1305181806164020_465214015_o

La ricchissima domenica di Serie A dopo il lunch match, le gare delle 15 e il primo posticipo delle ore 18 del Napoli, si conclude con Milan-Lazio che scrive la parola fine sulla 30/a giornata di campionato. Il match di San Siro si chiude 1-1 con le reti di Parolo e Bacca nel primo tempo.

LA CHIAVE TATTICA – Mihajlovic va a caccia dei tre punti schierando i suoi con un classico 4-4-2, con i rientri di Montolivo e Donnarumma e la sorpresa Luiz Adriano dal primo minuto al fianco di Bacca. Pioli invece veste i suoi con un camaleontico 4-3-3 con l’ex Matri terminale offensivo. I biancocelesti mettono sin da subito in campo una concentrazione diversa rispetto alle ultime uscite approcciando nel modo corretto il match: una pressione alta, un buon recupero palla e delle rapidissime ripartenze sulle fasce rappresentano l’arma vincente che stordisce il Milan in avvio. La rete di Parolo è la naturale conclusione dell’avvio deciso degli ospiti che nel loro miglior momento incassano il pari di Bacca. La strategia rimane comunque più o meno la stessa con un pressing a tutto campo che impedisce l’uscita pulita palla al piede a difensori e centrocampisti del Milan. Il pareggio restituisce col passare dei minuti la giusta verve ai rossoneri che individuano nella zona centrale davanti alla difesa il punto debole biancoceleste: i ragazzi di Mihajlovic sfondano infatti diverse volte proprio alle spalle dei centrocampisti in zona centrale con combinazioni nello stretto e il prezioso aiuto degli esterni, a turno bravi ad inserirsi nel mezzo per far gioco con la coppia Bacca-Adriano che dimostra come spesso capitato in avvio d’annata una buona intesa. La traversa di Bonaventura è l’ultima emozione del primo tempo che si chiude in parità. L’intervallo restituisce al match un Milan decisamente più in palla, con un possesso palla crescente e più efficace. Gli ospiti di contro calano di intensità abbassando pericolosamente il baricentro e lasciando a tratti anche facile iniziativa agli avversari affidandosi alle sole ripartenze di Felipe Anderson per pungere dalle parti di Donnarumma. Le migliori occasioni dei secondi 45 minuti sono però quasi tutte di marca milanista, con Bonaventura, Luiz Adriano e Bacca tra i protagonisti. Nel finale la possibile svolta arriva dall’espulsione di Lulic, ma i rossoneri non riescono a sfondare il muro biancoceleste, complici anche una folta serie di errori tecnici che nel quarto d’ora conclusivo fanno calare lo spettacolo.

I PROTAGONISTI – Tra i protagonisti della gara spicca la coppia Bacca-Luiz Adriano che mette in campo per una settantina di minuti l’intesa che ne aveva contraddistinto la prima fase di stagione. Il colombiano è implacabile sotto porta, mentre il brasiliano si mette a disposizione della squadra compiendo una quantità industriale di lavoro oscuro utile a portare al tiro i compagni e far salire i suoi. Male invece Antonelli che offende poco e pecca in marcatura dove proprio in occasione del vantaggio laziale lascia sfilare facilmente Parolo indisturbato a centro area. Nella Lazio Candreva e Parolo calano alla distanza, mentre Hoedt e Braafheid si perdono spesso l’uomo risultando lenti e troppo fallosi. Non bene per la verità tutto il pacchetto arretrato eccezion fatta per Marchetti che sfodera una buona serie di interventi decisivi. Chiusura per Lulic che colleziona due gialli e conseguente espulsione.

LA GIOCATA – Splendida la punizione di Jack Bonaventura che si schianta sulla traversa, così come il terzo tempo aereo di Parolo, ma la giocata che illumina San Siro arriva al minuto 15. Honda trova Luiz Adriano spalle alla porta in area di rigore, il brasiliano ex Shakhtar protegge palla e fa da sponda per l’accorrente Bacca che con un esterno destro di prima incenerisce Marchetti.

IL MOMENTO – Nel momento di massima pressione del Milan Bonaventura sfiora la rete del vantaggio ma un grande intervento di Marchetti inchioda il punteggio sulla parità.

TABELLINO E PAGELLE

Milan-Lazio 1-1 (8′ Parolo, 15′ Bacca)

Ammoniti: Abate (M), Lulic x2, Biglia (L)

Espulsi: Lulic per doppia ammonizione

MILAN (4-4-2): Donnarumma 6,5, Abate 6,5, Zapata 6, Romagnoli 6, Antonelli 5,5, Honda 5,5 (Menez sv), Bertolacci 5,5, Montolivo 6, Bonaventura 6,5, Luiz Adriano 7 (Balotelli 6), Bacca 7. Allenatore: Mihajlovic

LAZIO (4-3-3): Marchetti 6,5, Patric 5,5, Bisevac 5, Hoedt 5,5, Braafheid 5; Parolo 6,5, Biglia 6, Lulic 5; Candreva 6, Matri 5 (Djordjevic sv), Felipe Anderson 6+ Allenatore: Pioli

Ecco alcuni scatti di Milan-Lazio direttamente da San Siro
[slideshow_deploy id=’188651′]
 

 

SHARE