SHARE

morata

Alvaro Morata è sempre decisivo pur non partendo spesso titolare: grazie a questa caratteristica, lo spagnolo impone un nuovo record.

Nonostante la stagione attuale sia meno brillante di quella precedente dal punto di vista personale, Alvaro Morata può comunque sorridere e far gioire i tifosi della Juventus per via di un rendimento che proprio non accenna a mutare in negativo. La punta spagnola, pur trovando meno spazio a causa della maggiore propedeuticità agli schemi bianconeri di Mandzukic e Dybala, ha dimostrato di non aver perso lo smalto sotto porta. Anche i numeri, indubbiamente, sostengono ciò.

Come esplicato perfettamente da Opta, infatti, Alvaro Morata è l’attaccante che negli ultimi due campionati di Serie A è riuscito a segnare più reti da subentrato: il giocatore della Nazionale spagnola ha infatti timbrato il cartellino per sette volte quando è stato chiamato in causa dalla panchina. Un dato importantissimo poiché consente innanzitutto alla Juventus di poter fare conto su un giocatore motivato e molto intelligente nel comprendere l’andamento della partita in corsa, così come permette allo stesso Morata di non diminuire la sua forza distruttrice e la sua media gol, sempre di alto livello in questi ultimi anni tra Real Madrid e bianconeri.

Anche in caso di infortunio di una delle due punte titolari, dunque, Massimiliano Allegri può dormire assolutamente sogni più che tranquilli. Del resto, l’interesse costante del Real Madrid nel voler riportare l’attaccante all’ovile è indicativo del fatto che, pur partendo come riserva, Morata riesca comunque a mantenere una percezione da giocatore di primissima fascia nel panorama europeo. La doppietta contro il Torino è quindi solo l’ultimo exploit di un ragazzo che si mantiene costante a dispetto del minor numero di partite giocate. Che questa grande predisposizione possa in effetti diventare l’arma in più della Juventus negli anni futuro non ci è dato ancora sapere: il futuro di Morata è comunque in dubbi per le pressioni madridiste elencate precedentemente. Per ora, i tifosi si godono la bellezza calcistica di Morata, bomber panchinaro ma decisivo.

SHARE