SHARE
Jamie Vardy - Fonte Leicester Twitter
Jamie Vardy - Fonte Leicester Twitter
Jamie Vardy - Fonte Leicester Twitter
Jamie Vardy – Fonte Leicester Twitter

L’attaccante del Leicester Jamie Vardy, protagonista di questa stagione dei Foxes e della Premier League è riuscito a coronare il suo sogno, impossibile fino a qualche anno fa, di vestire la maglia della nazionale inglese. E proprio dal ritiro della sua nazionale, la punta parla di sé e della sua fantastica stagione in conferenza stampa. Il calciatore originario di Sheffield, oltre che per le sue qualità, ha fatto innamorare chiunque per la sua particolare storia tanto da ispirare Adrian Butchart a girare un film sulla sua vita. Il diretto interessato, riferendosi a questa idea, ha confermato di essersi incontrato con lo sceneggiatore e di aver dato il via libera per iniziare a produrre la pellicola: “Ho incontrato il signor Adrian, a essere onesti gli ho chiesto subito se fosse pazzo. L’idea l’ho letta dai giornali, poi alla fine ho scoperto che è tutto vero. Se vogliono fare il film, io non ci posso fare nulla.”

VARDY E LO SPRINT FINALE Non è però il momento giusto per distrarsi visto che mancano sette giornate alla fine dal campionato, il Leicester sta compiendo una vera e propria impresa trovandosi in testa alla classifica con 5 punti di vantaggio sul Tottenham, e proprio in merito agli inseguitori Vardy si mostra così tranquillo da dare l’impressione di non pensarci. L’attaccante afferma, infatti, di parlare di tutt’altro con i giocatori degli Spurs presenti in Nazionale: “Abbiamo parlato di Call of Duty. Insieme non siamo riusciti ancora a giocare, ma mi hanno informato che qualcuno di loro se la cava. Quindi non vedo l’ora di farlo”.

Un ragazzo qualunque che conduce una vita tranquilla senza eccessi e senza paura di essere schiacciato dal peso della fama: “In realtà non esco di casa. Sono un ‘treno’: casa, figli, cani, la mia signora e arriva il momento di andare a letto. A volte ho la possibilità di riflettere e pensare come la vita sia cambiata, ma è anche lo stesso momento in cui vuoi rilassarti e dimenticare certe cose”. A 29 anni Vardy ha lo stesso entusiasmo di un ragazzo appena uscito dalle giovanili: disposto a qualsiasi cosa pur di dimostrarsi all’altezza della situazione “Mister, mi dica dove devo giocare. Io darò sempre il 100% in qualsiasi posizione del campo come ho sempre fatto. Sono così”. Nelle due amichevoli contro Germania e Olanda il numero 9 del Leicester farà coppia d’attacco con Harry Kane, continuando così a rendere magica la sua favola.

Federico Pagano

SHARE