SHARE

lippi_marcello

Se c’è una persona che, pur non essendo presente attualmente in società, può parlare con grande esperienza della Juventus quella è Marcello Lippi. Il tecnico di Viareggio, campione del mondo con la Nazionale del 2006, è anche l’ultimo allenatore ad aver condotto la Juventus alla vittoria in Champions League, nel 1996 contro l’Ajax. Poi l’addio, la fugace parentesi all’Inter, e il grande ritorno ancor ricco di scudetti e grandissimi campioni. La sua nuova esperienza in bianconero partì nell’estate dell’addio a Zinedine Zidane, eterno fuoriclasse francese che passò al Real Madrid. Con i soldi della cessione di Zizou, i bianconeri acquistarono nella stessa estate Buffon, Thuram e Nedved, che poi diventarono colonne della nuova vincente Juventus.

CAMPIONI FRANCESI – Intercettato alla serata dedicata ai 120 anni de La Gazzetta dello Sport, Lippi pensa che la Juventus possa fare la stessa cosa accaduta nel 2011 la prossima estate, cedendo Paul Pogba: “Zidane come Pogba? Quando tornai alla Juve Agnelli mi disse che avrebbe venduto Zidane e all’inizio non ero d’accordo Poi mi rassicurò sul fatto che i soldi presi sarebbero stati tanti e soprattutto sarebbero stati reinvestiti e infatti riuscimmo a rifare una squadra vincente”.

LA NAZIONALE – “Non bisogna preoccuparsi. È normale che ci siano degli alti e bassi, dei momenti belli e dei momenti meno belli. Bisogna tenere conto anche del livello dell’avversario. Il futuro di Conte? Chiedete a Tavecchio”.

SHARE