SHARE
Jurgen Klopp - Fonte profilo Twitter ufficiale Liverpool
Jurgen Klopp - Fonte profilo Twitter ufficiale Liverpool
Jurgen Klopp - Fonte profilo Twitter ufficiale Liverpool
Jurgen Klopp – Fonte profilo Twitter ufficiale Liverpool

“Per me e per il mio staff è indubbiamente una sfida enorme. Abbiamo accettato la proposta della società sapendo che qui non si vince da tanto tempo, adesso hanno ingaggiato un manager tedesco che non fa miracoli, per crescere e migliorare serve un po’ di tempo” così si era presentato Jurgen Klopp lo scorso ottobre quando prese il posto di Brendan Rodgers sulla panchina del Liverpool. Dopo quasi 6 mesi dal suo insediamento la sua squadra è 9° in classifica di Premier League con 44 punti e in corsa per la finale di Europa League, proprio il trofeo continentale potrebbe essere il traguardo giusto per rivitalizzare un’annata comunque da definire di transizione.

KLOPP E IL LIVERPOOL il tecnico dei Reds ha rilasciato alcune dichiarazioni al media ufficiale della formazione britannica, argomento pincipale i suoi primi mesi da allenatore in Premier League: “Liverpool è bellissima. I dintorni sono fantastici e vivere in riva al mare è meraviglioso. In questa città si può davvero vivere una vita piacevole e la gente si è abituata a vedermi girare per strada. L’unica cosa che cambierei, se potessi, è il meteo. Il cielo è sempre troppo plumbeo – aggiunge l’ex maestro di Dortmund – Il mio rapporto con la lingua inglese? Ancora non riesco a esprimermi come vorrei, ma la comprensione è sicuramente migliorata. Mi hanno aiutato tutti e lavorare a Liverpool mi ha permesso di parlare di più con le persone e perfezionarmi ulteriormente”.

Il 7 aprile Jurgen Klopp dovrà vedersela con il suo passato, sul piatto c’è il passaggio del turno in Europa League che varrebbe la semifinale, sulla sua strada quel Borussia Dortmund che lui ha contribuito a far tornare grande: “Non sarò combattuto tra il vecchio e il nuovo amore. Sono abituato a questo tipo di situazioni. Mi è già capitato ai tempi del Borussia Dortmund, quando affrontai per la prima volta il Mainz da avversario. La testa sarà concentrata soltanto sulla conquista della vittoria”. (fonte Fox Sports)

Stefano Mastini

SHARE