Home Estero Zagallo boccia Neymar: “Non è maturo abbastanza”

Zagallo boccia Neymar: “Non è maturo abbastanza”

Neymar Jr - Foto profilo ufficiale Twitter Neymar
Neymar Jr - Foto profilo ufficiale Twitter Neymar
Neymar Jr - Foto profilo ufficiale Twitter Neymar
Neymar Jr – Foto profilo ufficiale Twitter Neymar

E’ difficile sfuggire alle critiche, anche se ti chiami Neymar Jr, e soprattutto se a farle è un simbolo del calcio verdeoro di tutti i tempi come Mario Lobo Zagallo. L’ex Commissario Tecnico della nazionale verdeoro, Campione del Mondo due volte da calciatore (1958 e 1962) e una da allenatore, non ha usato mezzi termini nell’inquadrare la stella del Brasile e del Barcellona.

ZAGALLO VS NEYMAR Queste le parole di Mario Zagallo sul conto di Neymar al portale sudamericano Extra: “Mi piace tantissimo. E’ un giocatore sopra le righe, un fuoriclasse, dalla sua parte ha tutto per poter crescere, però deve prendere coscienza del fatto di ritrovarsi alla guida della Selecao. Non può esimersi da questo compito, non credo però che al momento abbia la giusta maturità per fare ciò – aggiunge l’ottantaquattrenne ex stella brasiliana sulle scappatelle notturne del calciatore –  Queste sono cose che non dovrebbero accadere, soprattutto pensando alla fama che vanta Neymar, ha una reputazione da difendere”.

“Che ci si creda o no, la colpa è sua solo in parte. Dietro a tante mosse credo ci siano i consigli di uomini vicini a suo padre. Però si deve rendere conto che a giocare è lui e nessun altro. E’ chiaro che così facendo possa finire per avere addosso più attenzioni del dovuto che potrebbero turbarlo”. Zagallo ha poi abbandonato il discorso Neymar e si è concentrato sugli altri protagonisti della selezione brasiliana: “Thiago Silva è il miglior centrale di difesa del Mondo. Mi piace molto anche Marcelo, che sta giocando troppo poco. Per me dovrebbe sempre giocare come laterale a sinistra, però lo staff tecnico attuale ha il suo modo di vedere le cose. Com’è il calcio del Brasile? A mio avviso è triste, non voglio mentire, la situazione al momento ritengo sia davvero complicata”.

 

 

Stefano Mastini

Previous articleCalciomercato: Juventus, tutto fatto per Matheus Pereira
Next articleRassegna stampa Italia: Sacchi 70
Nato il primo Maggio dell'87, l'anno dei mostri sportivi Messi-Vettel-Sharapova, maremmano d'Albinia. Amante del bel calcio, della strategia e della tattica. Laureato in Informatica Umanistica e studente di Knowledge Management presso l'Università di Pisa, con lo spiccato interesse per i Social Network e la gestione di dati.