INDISCREZIONE GdS: Higuain, sono 4 le giornate di squalifica

INDISCREZIONE GdS: Higuain, sono 4 le giornate di squalifica

Gonzalo Higuain Napoli - Fonte Twitter ufficiale
Gonzalo Higuain Napoli – Fonte Twitter ufficiale

Incubo Napoli a un passo dal realizzarsi. L’espulsione di Gonzalo Higuain, e la conseguente animata protesta indirizzata ad Irrati da parte della punta, fa discutere e tutti si interrogano sull’entità della squalifica che il giudice sportivo Tosel potrebbe combinare al numero 9 dei partenopei. Per il comunicato ufficiale da parte dell’AIA – Associazione Italiana Arbitri ci sarà da attendere fino a domani, la Gazzetta dello Sport lancia però nel frattempo un’indiscrezione poco piacevole per i tifosi napoletani: sarebbero infatti 4 le giornate di squalifica per l’ex Real Madrid.

HIGUAIN E LA SQUALIFICA Questo quanto si apprende da Gazzetta.it: “Quattro turni di stop a Higuain e uno a Sarri. Così comunicherà domani il giudice sportivo Gianpaolo Tosel. Una trentunesima giornata da dimenticare: il Napoli esce con le ossa rotte dal campo (sconfitto a Udine) e, il giorno dopo, dall’ufficio del giudice sportivo. Verona, Inter, Bologna e anche lo scontro diretto con la Roma: ecco le partite che l’attaccante argentino dovrà saltare (a meno di sconti dalla Corte sportiva d’appello). Higuain paga caro pochi minuti di follia, e deve anche ringraziare l’arbitro Irrati, che nel referto consegnato al giudice non fa cenno a “condotte violente”, ma “soltanto” ad espressioni irriguardose e ingiuriose. Ripetute, però, perché pronunciate quando il direttore di gara gli ha sventolato il cartellino rosso e, subito dopo, mentre gli “appoggiava le mani sul petto esercitando una lieve pressione”. Se Irrati non avesse aggiunto la parola “lieve”, Higuain avrebbe beccato dieci turni di qualifica, finendo ampiamente qui la sua stagione. Così, invece, potrà ancora dire la sua nelle ultime tre gare, anche se potrebbe essere troppo tardi per la corsa scudetto del Napoli. Le quattro giornate di stop puniscono l’espulsione, le prime e le seconde ingiurie, le mani sul petto di Irrati. L’ammenda, di poche migliaia di euro, punisce il tentativo di farsi giustizia con Felipe prima di abbandonare il campo. Il tecnico Sarri, invece, viene fermato un turno (non andrà in panchina domenica col Verona) per le sue espressioni ingiuriose (“Vi dovete vergognare”) rivolte agli ufficiali di gara: ne ha combinate troppe perché anche stavolta se la potesse cavare con un’ammenda”. (fonte gazzetta.it)

Confermato così il precedente che aveva visto protagonista di un fatto analogo il centrocampista della Fiorentina Borja Valero, lo spagnolo nel 2014 fu sanzionato con 4 giornate di squalifica, reo di aver spinto reiteratamente l’arbitro Gervasoni nel finale incandescente di un Parma-Fiorentina terminato 2-2. Anche in quell’occasione Montella, tecnico della Viola, subì la stessa sorte di Sarri.

Stefano Mastini