Champions League: PSG-Manchester City 2-2, francesi aRabioti e infelici

Champions League: PSG-Manchester City 2-2, francesi aRabioti e infelici

Ibrahimovic esulta dopo il gol siglato in PSG-Manchester City - FOTO: account Twitter 188 Bet
Ibrahimovic esulta dopo il gol siglato in PSG-Manchester City – FOTO: account Twitter 188 Bet

Pareggio da amaro in bocca per i francesi contro i Citizens: ecco analisi e pagelle di PSG-Manchester City.

CHIAVE TATTICA – Il 4-2-3-1 del City sembra creare problemi inizialmente ai padroni di casa, che però prendono subito le misure dopo una decina di minuti. Ibrahimovic guida subito l’assedio ma il PSG non sembra essere fortunato nel trovare il gol immediatamente. I ritmi sono altissimi: i francesi attaccano senza remore, gli inglesi reagiscono con una grande pericolosità in contropiede. Ibrahimovic spreca qualsiasi cosa gli capiti sui piedi, contro una difesa dei Citizens che sembra tutto fuorché granitica: anche per questo, a metà frazione, i parigini sembrano accusa un po’ il colpo dopo tante chance fallite. Il City amministra con più calma ma è comunque il PSG a tenere in mano le redini del gioco: il possesso palla, però, risulta molto lento e solo raramente avvengono accelerazioni. Come dicevamo, il contropiede è l’arma perfetta per la squadra di Pellegrini, ed è proprio così che arriva il gol del vantaggio segnato da un De Bruyne favorito da un pasticcio a centrocampo tra Matuidi e Rabiot. Se è possibile Hart e Fernando fanno anche peggio nell’1-1 firmato Ibra: i due cercano di scambiare da rimessa dal fondo, con il portiere che è anche poco lesto a ristabilirsi in posizione centrale dopo il passaggio al compagno. L’equilibrio si ristabilisce dunque alla fine della frazione, composta da grande ritmo ma anche da svariati errori delle squadre. La musica non cambia nella ripresa, con l’impostazione della partita che risulta essere sempre la stessa: l’unica differenza è che stavolta il PSG aumenta anche il ritmo dell’azione, trovando il vantaggio e continuando a premere per chiudere il match. Il City però, con un po’ di fortuna, riesce a pareggiare con Fernandinho, che sfrutta una brutta chiusura di Aurier e una deviazione di Thiago Silva per il 2-2. Soprattutto a destra i francesi soffrono molto, con Clichy che spesso punta e salta un Aurier non al meglio fisicamente. Blanc rischia il tutto per tutto inserendo Lucas per Rabiot, passando così ad un 4-2-1-3 con il brasiliano a fare quasi da trequartista: il City però fisicamente sembra messo meglio nel finale di gara e dà sempre l’impressione di poter ripartire pericolosamente. Il risultato non cambia e PSG-Manchester City termina 2-2.

I PROTAGONISTI – Ibrahimovic double face: rigore fallito e occasioni sprecate a go-go, poi però sigla il gol del pareggio, anche se in maniera rocambolesca. Stessa storia per David Luiz, che quando attacca stupisce e quando difende sembra andare sempre troppo in difficoltà. Bene De Bruyne e Di Maria, malissimo Fernando.

IL MOMENTO – Dopo il pari e il vantaggio del PSG, il Manchester City sembra non avere la forza per reagire. Durante un’azione estemporanea, però, la fortuna aiuta gli inglesi che portano a casa un pareggio potenzialmente fondamentale per la qualificazione

LA GIOCATA – Sarebbe troppo facile premiare Hart per il rigore parato: più consono, invece, sottolineare la giocata negativa del portiere inglese e di Fernando, che fanno segnare ad Ibrahimovic un gollonzo irreale. Vedere per credere.

La vendetta di Zlatan Ibrahimovic: dopo il rigore ed un altro gol clamorosamente sbagliati trafigge Hart nel finale di primo tempo su gentile concessione di un narcolettico Fernando

Pubblicato da Mai Dire Calcio su Mercoledì 6 aprile 2016

 

TABELLINO PSG-MANCHESTER CITY

FORMAZIONI
PSG (4-3-3): Trapp 6; Aurier 5,5 (78′ Van Der Wiel s.v.), Thiago Silva 6, David Luiz 5,5, Maxwell 6,5; Rabiot 6 (77′ Lucas s.v.), Thiago Motta 5,5, Matuidi 5,5; Di Maria 6, Ibrahimovic 6, Cavani 6. All. Blanc

MANCHESTER CITY (4-2-3-1): Hart 6,5; Sagna 5,5, Mangala 6, Otamendi 5,5, Clichy 6; Fernando 4,5, Fernandinho 6; Jesus Navas 5,5, De Bruyne 6,5 (77′ Delph s.v.), David Silva 6 (88′ Bony s.v.); Aguero 5 (92′ Kolarov s.v.). All. Pellegrini

AMMONITI: David Luiz, Matuidi (P) – Clichy, Fernando, Mangala, Navas (M)

MARCATORI: 37′ De Bruyne (M), 41′ Ibrahimovic, 58′ Rabiot (P), 72′ Fernandinho (M)

ARBITRO: Mazic