Wolfsburg-Real Madrid 2-0, pasticcio irReale!

Wolfsburg-Real Madrid 2-0, pasticcio irReale!

I giocatori del Wolfsburg festeggiano dopo l'1-0 - Fonte Twitter @ChampionsLeague
I giocatori del Wolfsburg festeggiano dopo l’1-0 – Fonte Twitter @ChampionsLeague

Scoppola per il Real Madrid di Zidane in Champions League: i Blancos sono stati letteralmente schiantati il Germania dal Wolfsburg, squadra in crescendo di condizione che ha vissuto in inverno decisamente negativo dal punto di vista dei risultati in campionato: attualmente i Lupi sono a quota trentotto punti in campionato, ottava posizione, e stanno dedicando anima e corpo all’impegno Champions League nonostante l’impegno ai limiti dell’impossibile. Dal canto loro i madrileni sono praticamente all’ultima spiaggia per salvare una stagione disastrosa che li vede già estromessi dalla lotta per la Liga e con i postumi della gestione Benitez ancora non alleviati dalla gestione Zidane: oltre al suo carisma il francese non ha portato un grandissimo apporto alla causa Real.

In Wolfsburg-Real Madrid i padroni di casa hanno decisamente dominato per un tempo e mezzo: palleggio ragionato, non il semplice gioco di rimessa che ci si aspetterebbe vedendo i valori tecnici ed economici di divario fra le due squadre. L’esperienza di Hecking, alla guida dei Lupi da quattro anni, ha avuto la meglio sulla squadra di Zidane: prima un calcio di rigore trasformato da Rodriguez, poi rete in tap in di Arnold sul bell’assist di Bruno Henrique. I Blancos prima dell’assalto finale creano pochissimo: hanno da reclamare per un gol annullato in avvio a Cristiano Ronaldo, colto in fuorigioco millimetrico dalla terna arbitrale italiana. La fase difensiva del Real Madrid è stata decisamente non all’altezza della situazione a partire dal capitano Sergio Ramos: i madrileni non concedevano cinque tiri nello specchio in un primo tempo dal novembre del 2013 contro la Juventus.

Standing ovation all’uscita dal campo per il brasiliano classe ’90 Bruno Henrique, appena 6 presenze (è arrivato a gennaio) ma già nel cuore dei tifosi dei Lupi: uscito invece malconcio Benzema, rilevato da Jesè, il francese con ogni probabilità non ci sarà neanche fra 6 giorni per la partita di ritorno.