Cristiano Ronaldo monstre: 30 gol per 6 anni di fila

Cristiano Ronaldo monstre: 30 gol per 6 anni di fila

ronaldo

I suoi duelli con Messi hanno creato guerre di religione nel mondo calcistico: i due fenomeni degli ultimi anni hanno lasciato poco più che le briciole agli altri contendenti, stelle di valore assoluto come Zlatan Ibrahimovic e Andres Iniesta. Stiamo parlando ovviamente del fuoriclasse portoghese Cristiano Ronaldo, numero 7 del Real Madrid che continua ad infrangere record su record. A 31 anni compiuti CR7 continua a segnare a ripetizione senza minimamente accennare ad una fase calante della sua carriera: anche oggi contro l’Eibar è andato a segno nel 4-0 del Real Madrid ferito dalla debacle di Wolfsburg in Champions League.

Per Cristiano Ronaldo è arrivato dunque il trentesimo gol in Liga: quello che per lui è la normalità per la maggior parte dei calciatori è l’obiettivo da provare a raggiungere nella stagione della vita. Il fuoriclasse dei blancos ha infatti messo a segno trenta reti in campionato per la sesta stagione consecutiva, un record impressionante se si pensa che nel sette anni al Real Madrid ha fallito l’obiettivo solamente al primo, segnando comunque 26 reti in 29 presenze. Negli anni successivi sono arrivate 40, poi ben 46 e successivamente 34 e 31 per poi arrivare alle mostruose 48 reti messe a segno nella passata annata. Numeri che lasciano a bocca aperta se pensiamo di quanto sia difficile nella nostra Serie A anche solamente pensare a determinati numeri: Higuain, a quota 30 reti in campionato, ha solamente 7 giocatori nel mirino, e nessuno sopra le quaranta reti.

Non bisogna dimenticare quanto Cristiano Ronaldo sia decisivo anche in Champions League: in questa stagione è andato a segno in ben 13 occasioni nelle 9 partite giocate. Sono ben 5 le stagioni consecutive in cui Cristiano Ronaldo va in doppia cifra nelle competizione europee, dato che forse fa ancora più clamore. Macchine da spettacolo e gol: quando Cristiano Ronaldo e Messi ci sarà un gran vuoto nel calcio internazionale, se non nel gioco almeno nelle statistiche abbattute come birilli da questi fenomeni assoluti.