Home News MotoGP Stati Uniti, Marquez conquista la pole. Terzo Rossi

MotoGP Stati Uniti, Marquez conquista la pole. Terzo Rossi

Marc Marquez MotoGp - Fonte Twitter Marc Marquez
Marc Marquez MotoGp - Fonte Twitter Marc Marquez
Marc Marquez MotoGp - Fonte Twitter Marc Marquez
Marc Marquez MotoGp – Fonte Twitter Marc Marquez

La pole position del gran premio degli Stati Uniti la conquista Marc Marquez con il tempo di 2.03.188. In seconda posizione partirà Jorge Lorenzo che si è fermato a 2.03.257 nonostante l’ottimo giro, mentre al terzo posto si è piazzato Valentino Rossi. Dopo un forte temporale i piloti sono scesi sul circuito di Austin (Texas) usando le nuove gomme Michelin,  dotate di una carcassa più dura per rimediare ai timori sulla sicurezza. Quarto Iannone,  ma partirà settimo dopo la penalizzazione rimediata in Argentina: Pedrosa solo ottavo. La gara, in programma domani sera alle ore 21, sarà visibile in diretta su Sky.

Le dichiarazioni di Iannone dopo le libere: “Abbiamo migliorato il passo di 1″ rispetto alla mattina ed è una buona notizia. Stiamo lavorando bene e quindi i progressi arrivano: dobbiamo continuare così. Il comportamento è migliorato rispetto alla mattina e non è andata male anche se dobbiamo crescere nel T3 e non abbiamo fatto tutti i giri che avremmo voluto”. Soddisfatto anche Dovizioso: “Nel pomeriggio le gomme si sono consumate meglio, ma è stato un turno molto particolare: avremmo dovuto provare due set up differenti, ma dei problemi alla moto non ci hanno permesso di fare quello che dovevamo. Per le noie avute il tempo mi rende felice: davanti ci sono tante Ducati ed è la conferma che la base è buona”. Dopo le libere del venerdì ecco il commento di Valentino Rossi: “Purtroppo ho fatto due errori e non sono stato in grado di fare un buon giro. Se non avessi fatto quegli errori, sarei potuto stare più vicino ai primi. Posso dire di aver avuto un potenziale abbastanza buono, perché sono abbastanza veloce in tutti i settori, ma purtroppo abbiamo sofferto un po’ troppo in frenata. Inoltre abbiamo bisogno di capire le gomme: oggi arriverà il posteriore duro, mentre per quanto riguarda l’anteriore non abbiamo ancora preso una decisione. Sarà difficile e penso che le gomme faranno la differenza, saranno queste la chiave della gara”.

Previous articleE’ di Canotto il gol più veloce del calcio italiano!
Next articleMilan-Juventus 1-2, un grande Milan a San Siro
Studente di “Comunicazione Audiovisiva” all’Università degli Studi di Salerno. Sogna di diventare un giornalista sportivo professionista. Redattore anche per pianetanapoli.it

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here