Rastelli: “Troppe pressioni e critiche per il mio Cagliari”

Rastelli: “Troppe pressioni e critiche per il mio Cagliari”

rastelli

La sconfitta in casa del non certo irresistibile Ascoli e la contemporanea vittoria di un Crotone che sembra aver spiccato definitivamente il volo, argomenti di difficile argomentazione al termine del match per il tecnico del Cagliari Massimo Rastelli. Sconfortato e deluso, l’ex allenatore dell’Avellino, che sulla panchina dei sardi sperava di conquistare subito primo posto e vittoria del campionato, si ritrova ora a dover ancora rincorrere il Crotone che, grazie al successo esterno di Terni per 1-2, è ora volato a +5 dal Cagliari. Queste le parole di Massimo Rastelli ai microfoni di Sky Sport, al termine di Ascoli-Cagliari: “Ci stiamo complicando troppo la vita, forse anche per le troppe pressioni e critiche nei confronti di questa squadra. Siamo comunque ancora in A e speriamo di raggiungerla al più presto”.

“Siamo qui a parlare di una gara sfortunata. Abbiamo sempre detto che gli episodi condizionano le partite. Abbiamo preso legni e tiri in porta, abbiamo fatto due errori e li abbiamo pagati a caro prezzo. Ora va così, questo è un momento in cui appena sbagliamo veniamo puniti. Abbiamo fatto due errori e abbiamo subito due gol. Cosa ci riserva il futuro? Dobbiamo prima raggiungere la promozione. Una squadra come la nostra nell’ultimo mese e mezzo ha concesso troppo, noi non possiamo fare certi errori. Poi sono anche amareggiato perché davvero non ci stiamo godendo nulla: vinciamo e allora giochiamo male, vinciamo e c’è il Crotone davanti. Dobbiamo fare quadrato”.

La prossima giornata del campionato di Serie B vede impegnato il Cagliari di Rastelli tra le mura amiche contro il Brescia di mister Boscaglia, sabato alle ore 15.00, mentre il Crotone di Ivan Juric giocherà nell’anticipo di venerdì sera contro lo Spezia di mister Di Carlo, ora a pari punti con il Bari.