SHARE

Klose lazio petto

Parte con il piede giusto l’avventura di Simone Inzaghi alla guida della Lazio. Agevolata dalla partita non impossibile contro un Palermo allo sbando, la squadra biancoceleste ha dimostrato di aver ritrovato grinta e voglia e ha conquistato una netta vittoria dominando in lungo e in largo il match.

Dopo la sconfitta nettissima nel derby, che è costata la panchina a Stefano Pioli, il presidente Lotito ha deciso di mandare la squadra in ritiro a Norcia. L’aria del paesino umbro deve aver fatto bene a diversi giocatori che erano calati in maniera evidente nella gestione dell’ex allenatore del Bologna. Inzaghi è riuscito a dare entusiasmo ai propri calciatori, probabilmente trasmettendo le sensazioni che lui stesso ha provato allenando la primavera e ha così conquistato i primi tre punti della sua carriera da allenatore. In tutto questo, la Lazio si è così portata a quattro punti dal Milan sesto in classifica e quindi è tornata in corsa per l’Europa. Il calendario non aiuta i biancocelesti, che dovranno vedersela con Juventus, Inter e Fiorentina oltre al difficile match con il Carpi impegnato per non retrocedere, ma Inzaghi vorrà sicuramente provarci. In tutto questo bisogna segnalare il ritorno ad alti livelli di giocatori che si erano persi: a cominciare da Gentiletti e Lulic fino a giungere a uomini più di peso come Keità e Candreva, che è tornato a giocare un’ottima partita dopo un periodo di appannamento e diversa panchina. Ma il ritorno più importante è stato quello di Klose: dato ormai per finito, il tedesco si è svegliato nella notte del “Barbera” e ha messo a segno una doppietta che ha chiuso subito il match. Klose sta recuperando una forma che aveva perso in maniera evidente nelle scorse settimana e sta provando a riconquistarsi la Lazio a cui quest’anno è mancato un vero bomber in attacco. Il centravanti tedesco può essere considerato come una sorta di usato sicuro per Inzaghi, che ha subito dimostrare di avere grande fiducia in lui, rivedendosi forse nel suo ruolo di attaccante.

La Lazio ora volta pagina e guarda al prossimo match con l’Empoli di domenica prossima, dove dovrà dimostrare di dare continuità a questa bella prestazione e dove cercherà di accorciare ulteriormente il gap che la separa dalla zona Europa League. Con un Klose così e con questo Inzaghi determinato in panchina, nulla è impossibile.