Sabatini contro Totti: “Il gol non cambia niente”

Sabatini contro Totti: “Il gol non cambia niente”

Francesco Totti, Roma - Fonte account Twitter ufficiale Francesco Totti
Francesco Totti, Roma – Fonte account Twitter ufficiale Francesco Totti

Sono bastati dieci minuti a Francesco Totti per tornare protagonista. Il numero 10 giallorosso, eterno capitano della Roma, ha siglato il gol del 3-3 in casa dell’Atalanta, un sigillo che vale molto più di un punto in classifica, quanto la gioi personale di sentirsi ancora capace di incidere nel bene sull’esito delle prove della sua squadra.

SABATINI E TOTTI Walter Sabatini, intercettato dai microfoni di Sky Sport, ha voluto dire la sua dopo il pareggio fuori casa della Roma a Bergamo, impossibile non parlare del gol realizzato da Francesco Totti: “La storia di Totti non cambia dopo il goal di oggi, né dopo l’assist contro il Bologna. E’ leggenda, è entrato in campo e ha fatto molto bene. Ma va dato atto che il tecnico è stato coraggioso, dopo le polemiche o i sussurri e gli spifferi, averci l’onestà intellettuale e la voglia di metterlo in campo”.

Poi sul destino dell’eterno capitano spiega: “C’è una disposizione, anzi un’indicazione della proprietà e di Pallotta. A quella io mi devo rifare. Dopo guardo il campo come lo guardate voi e sono contento di averlo visto essere decisivo in queste due partite. Però questo non credo che cambi il percorso di Francesco nella Roma, è una cosa che non mi riguarda oggi. Io oggi come direttore sportivo prendo atto del fatto che quella palla quando è ruzzolata dentro mi ha fatto enormemente piacere che sia stato lui a spingercela, perchè ci ha salvato da una sconfitta che sarebbe stata rovinosa molto di più del pareggio”.

Sabatini ha commentato poi la prova di Dzeko, ancora sotto processo per i tanti errori commessi: “Lui sbaglia perchè ci si trova su quei palloni, ha fatto il suo lavoro da centravanti, ha fatto anche una buona partita. Vi invito anche a rivederla, è troppo facile emotivamente ora dire che è stato un somaro, o che ha calciato troppo alto. Certamente ha avuto un paio di occasione che poteva gestire meglio. Ma è un calciatore che sta giocando sotto pressione. Edin non soffre la presenza di Totti ma viene sempre evocato e tirato in ballo Dzeko quando si tratta di ripristinare la candidatura di Totti. Oggi faccio una riflessione calcistica, che è quella che l’allenatore intanto è stato bravo in queste due partite a capire il momento di Francesco e quando metterlo in campo. E Totti ci ha aiutato. Mi fermo qui. Francesco è un calciatore della Roma. Una grande risorsa, sono contento che venga utilizzato in questo momento”.

Stefano Mastini