Napoli-Bologna 6-0, analisi e pagelle: Mertens-Gabbiadini, che turnover!

Napoli-Bologna 6-0, analisi e pagelle: Mertens-Gabbiadini, che turnover!

Manolo Gabbiadini, Napoli-Bologna - Fonte account Twitter ufficiale Manolo Gabbiadini
Manolo Gabbiadini, Napoli-Bologna – Fonte account Twitter ufficiale Manolo Gabbiadini

CHIAVE TATTICA Turnover sistematico per Maurizio Sarri in questo Napoli-Bologna: il tecnico ex Empoli deve fare a meno di Higuain, ancora alle prese con i turni da scontare per squalifica, c’è Gabbiadini al suo posto; rivoluzionata la corsia di sinistra, Insigne e Strinic si accomodano in panchina e lasciano spazio a Mertens e Ghoulam. Quello impostato dall’allenatore toscano è un 4-3-3 che strizza l’occhio al 4-2-3-1 di “beniteziana” memoria, Allan e Jorginho si dedicano infatti alla fase di impostazione lasciando libero Hamsik di sganciarsi in avanti. I felsinei affrontano la bolgia del San Paolo con un arretratissimo 4-5-1, modulo molto difensivo per Donadoni che spera nelle ripartenze dei suoi esterni (Zuniga e Giaccherini) per fare male ai padroni di casa. Cruciale il lavoro degli interni di metà campo della formazione azzurra: Allan e Jorginho, coadiuvati dai terzini, accorciano in continuazione sui dirimpettai rossoblù, con l’ex Udinese che sembra aver ritrovato la forma di inizio stagione, vanificando la manovra bolognese e proponendo rapidi break che Callejon e Gabbiadini trasformano in oro colato. Decisamente avventata la decisione da parte dell’ex CT di schierare Acquafresca dal primo minuto contro la coppia Albiol-Koulibaly, i centrali partenopei hanno dimostrato, spesso e volentieri, di avere buon gioco sugli avversari a parità di stazza.

IL MOMENTO Al rientro dagli spogliatoi, il Bologna sembra più deciso nell’affrontare la gara. La sensazione dura poco, basta appena un quarto d’ora ai padroni di casa per fare l’abisso: Mertens è in serata di grazia, il belga si beve Mbaye e Oikonomou e scaglia in porta, Mirante ci mette del suo. Cala il sipario al San Paolo su questo Napoli-Bologna. Il Napoli non vinceva una partita 6-0 in Serie A dall’ottobre 1987 contro il Pescara.

LA GIOCATA Alla mezz’ora del primo tempo il Napoli ha dalla sua l’inerzia della partita. Il Bologna, dal canto suo, prova a scrollarsi di dosso il torpore di inizio gara, quando però i centrocampisti di Donadoni provano ad alzare il baricentro ecco che scatta la trappola: pressing totale degli azzurri che bloccano la manovra emiliana e si buttano in avanti. Callejon raccoglie al limite dell’area e salta Costant, l’ex Milan, nello spostarsi, tocca lo spagnolo che caracolla a terra. Gervasoni indica il dischetto, rigore generoso ma che sembra esserci.

I PROTAGONISTI Gabbiadini è on fire. La squalifica di Higuain regala minuti all’ex Sampdoria che può così mettersi in mostra: stasera firma una doppietta in appena una mezz’ora e permette ai suoi di archiviare anzitempo la pratica Bologna. Chissà che, a fine campionato, non ci possa essere anche la possibilità di vederlo con addosso un’altra maglia azzurra. Spettacolare la partita di Mertens: corre ovunque per i primi 45 minuti, tampona e riparte in combinata con Ghoulam. Tripletta (da urlo) e assist, cosa si può volere di più? Tra le file degli ospiti male, anzi malissimo, tutti. I ragazzi di Donadoni non sono proprio scesi in campo sperando in un approccio alla gara sbagliato da parte del Napoli.

Tabellino Napoli-Bologna:

Napoli (4-3-3): Reina 6; Hysaj 6, Albiol 6, Koulibaly 7, Ghoulam 6,5; Allan 6,5, Jorginho 6, Hamsik 6,5 (81′, David Lopez 6,5); Callejon 6 (77′, El Kaddouri sv), Gabbiadini 7,5 (73′, Insigne sv), Mertens 8. All. Sarri

Bologna (4-3-3): Mirante 4,5; Mbaye 4,5, Oikonomou 5, Rossettini 5, Constant 4,5; Taider 5,5, Diawara 5,5 (83′, Donsah sv), Brighi 5, Zuniga 5,5, Giaccherini 5 (59′, Mounier 5); Acquafresca 4,5 (60′, Floccari 5,5). All. Donadoni

Gol: Gabbiadini 10′, Gabbiadini (rig) 35′, Mertens 58′, 80′, 88′, David Lopez 89′

Ammoniti: Mbaye, Diawara, Albiol

Espulsi:

Stefano Mastini