Di Vaio blinda Donadoni: “Resta qua la prossima stagione”

Di Vaio blinda Donadoni: “Resta qua la prossima stagione”

Roberto Donadoni, Bologna - Fonte account Twitter ufficiale Bologna
Roberto Donadoni, Bologna – Fonte account Twitter ufficiale Bologna

Da quando è arrivato il Bologna è un altro. Roberto Donadoni ha conquistato tutto e tutti sotto la Torre degli Asinelli, dai tifosi fino ai dirigenti; a colpi di risultati positivi e prove di livello i rossoblù si stanno guadagnando una sudata, e meritata, salvezza. Impossibile non fare un parallelo con quello che succedeva appena un anno fa, con lo stesso allenatore costretto sulla panchina (traballante) del Parma, ora invece si ritrova sul taccuino di molte grandi; l’ennesima controprova di come, nel calcio, non si possa mai accettare solo e soltanto il passato come valida cartina tornasole.

DI VAIO BLINDA DONADONI Il dirigente del Bologna, nonchè ex bandiera emiliana, Marco Di Vaio, intervenuto a Premium Sport, ha rigettato le possibili avanche fatte da alcune big al tecnico: “In queste gare un po’ proibitive abbiamo sempre dato il meglio, sappiamo di dover fare una partita perfetta, ma il calcio è strano. Donadoni? Sarà il nostro allenatore anche per la prossima stagione, il mister è applicato adesso a raggiungere la salvezza il prima possibile. Per questa sera non ho dubbi: la squadra risponderà bene, perché giochiamo al San Paolo dopo una sconfitta come quella col Torino. Sono sicuro che i ragazzi si faranno trovare pronti – Di Vaio aggiunge sui colleghi – Sabatini? E’ tra i migliori d.s. d’Italia. Lo accostano un po’ dappertutto, quindi la voce che lo vuole al Bologna fa parte del gioco. Noi dobbiamo conquistare la salvezza e pensiamo soltanto a questo, facendo un piccolo sforzo per stare tranquilli e programmare il prossimo anno”.

Intanto Donadoni approccia così il match contro il Napoli: “Al San Paolo dovremo giocare come all’andata o almeno come all’Olimpico con la Roma per provare a tirare fuori qualcosa di buono da una partita complicata perché il Napoli è comunque la squadra che ha conteso lo scudetto alla Juventus”.

Stefano Mastini