Una spy-story in casa Inter: trovata una cimice in sede

Una spy-story in casa Inter: trovata una cimice in sede

Stjarnan v FC Internazionale - UEFA Europa League Qualifying Play-Offs Round: First Leg

Una spy-story in casa Inter: circa dieci giorni fa, l’amministratore delegato Bolingbroke ha mostrato ad alcuni dipendenti una cimice trovata sotto una scrivania. Lo stesso dirigente nerazzurro si è infuriato e ha chiesto che le questioni societarie restino all’interno del club e ha invitato tutti ad esporre il meno possibile i problemi societari.

Il periodo dell’Inter è delicato, la mancata qualificazione alla Champions sembra ormai cosa certa, e questo non porterà nelle casse del club alcune decine di milioni di euro che avrebbero fatto più che comodo al club di Thoir. Inoltre, lo stesso presidente indonesiano sta cercando dei partner, e negli ultimi giorni si sono alzate delle voci sempre più insistenti sull’ingresso di alcuni soci cinesi. Ma come è detto, ora ci si mettono pure le “spie“. Bolingbroke ha trovato questa cimice sotto una scrivania, una di quelle proprio invisibili che si usano per ascoltare conversazioni private o segrete. Per questo motivo, l’amministratore delegato ha invitato a parlare poco all’esterno delle questioni societarie, ma sembrerebbe che abbia chiesto di mantenere il riserbo anche all’interno, per quanto sia difficile. Bolingbroke crede fortemente che il club sia sotto spionaggio e quindi ha chiesto quasi allo sfinimento la massima riservatezza ai dipendenti. Ora bisogna capire a cosa serva la cimice che è stata ritrovata, e sopratutto chi è stato a metterla. Inoltre, secondo indiscrezioni di “Repubblica”, che ha scoperto la notizia, sembrerebbe che ci sarebbero anche altre cimici all’interno della sede della società. Secondo la maggior parte degli addetti ai lavori, qualcuno voleva spiare proprio la trattativa che dovrebbe condurre alle cessione del 20% delle quote ad alcuni investitori cinesi.

Per l’Inter non è la prima volta che accadono stranezze di questo genere, considerando la notizia di qualche settimana fa in cui un finto intermediario di Etihad cercò di effettuare una truffa ai danni del club nerazzurro. Negli ultimi mesi l’Inter sembra fare notizia più per avvenimenti da film di spionaggio che per le notizie di campo.