FA Cup, Everton-Manchester United 1-2: Martial vale la finale

FA Cup, Everton-Manchester United 1-2: Martial vale la finale

MANCHESTER, ENGLAND - AUGUST 18:  Marouane Fellaini of Manchester United celebrates scoring his team's third goal during the UEFA Champions League Qualifying Round Play Off First Leg match between Manchester United and Club Brugge at Old Trafford on August 18, 2015 in Manchester, England.  (Photo by Alex Livesey/Getty Images)
MANCHESTER, ENGLAND – AUGUST 18: Marouane Fellaini of Manchester United celebrates scoring his team’s third goal during the UEFA Champions League Qualifying Round Play Off First Leg match between Manchester United and Club Brugge at Old Trafford on August 18, 2015 in Manchester, England. (Photo by Alex Livesey/Getty Images)

Tempo di FA Cup in Inghilterra dove nel sabato pomeriggio britannico la coppa si affianca perfettamente al campionato. Spezzatino infatti quello visto in giornata in Premier per consentire alle quattro compagini impegnate nelle semifinali di FA Cup di poter disputare i loro incontri. Si parte con Everton-Manchester United, prima delle due semifinali che vede Toffees e Red Devils aggrappati all’ultima ancora di salvezza per portare a casa un buon risultato in stagione dopo le molteplici delusioni raccolte in campionato come dimostrano rispettivamente l’undicesimo e il quinto posto attualmente occupati. Pressioni enormi sui tecnici Martinez e Van Gaal che a partire dalle 18.15 si sono dati battaglia nella splendida cornice sotto l’arco di Wembley, per salvare quanto meno l’onore dopo un’annata da separati in casa. La delusione per i tanti milioni spesi in estate da una parte, contro la delusione per un campionato sottotono e fuori dall’Europa, ora percorribile solo attraverso la FA Cup.

UNITED IN FINALE – Martinez schiera i suoi con un 4-2-3-1, con il bomber Lukaku da centravanti unico supportato dalla velocità e dalla fantasia dei vari Barkley e Lennon. Dall’altra parte Van Gaal opta per un più compatto 4-1-4-1 con il giovane Mensah sulla corsia di destra difensiva, e Carrick come schermo davanti alla retroguardia per dare equilibrio e libertà di offendere ad un quartetto formato da Martial, Rooney, Fellaini e Rashford. La gara è come prevedibile tiratissima e l’equilibrio viene spezzato quasi al tramonto del primo tempo dal belga Fellaini che manda i suoi al riposo in vantaggio. In avvio di secondo tempo l’Everton ha l’occasione più ghiotta con Lukaku dal dischetto ma De Gea sventa il penalty. Il pareggio dei ragazzi di Martinez arriverà comunque ad un quarto d’ora dal termine con un autogoal di Smalling che fa pensare ad un pareggio. Non è però d’accordo il francese Martial che in pieno recupero regala la finale ai Red Devils.

TABELLINO

Everton-Manchester United 1-2 (34’Fellaini (M), 75′ aut. Smalling (E), 90+3′ Martial (M))

Ammoniti: Rooney, Herrera (M), Barkley (E)

Espulsi:

Everton (4-2-3-1): Robles; Besic; Stones; Jagielka; Baines; McCarthy; Gibson (94′ Mirallas); Lennon (70′ Deulofeu); Barkley, Cleverley; Lukaku.

Manchester United (4-1-4-1): De Gea; Fosu-Mensah (62′ Valencia); Smalling; Blind; Rojo; Carrick; Martial, Rooney; Fellaini; Lingard; Rashford.