Alla Spal basta il pari ed è Serie B dopo 23 anni

Alla Spal basta il pari ed è Serie B dopo 23 anni

La festa dei giocatori della Spal sotto la curva dopo il successo sul Santarcangelo. Fonte: lapresse.it
La festa dei giocatori della Spal sotto la curva dopo il successo sul Santarcangelo. Fonte: lapresse.it

Oggi pomeriggio allo stadio Paolo Mazza di Ferrara al culmine di un campionato di Lega Pro passato da primatista assoluto, ad attendere la promozione della SPAL c’erano addirittura novemila anime, pronte a festeggiare al triplice fischio il ritorno in cadetteria a 23 anni dall’ultima volta. Per la 32/a giornata del campionato di Lega Pro girone B, la capolista Spal ha ospitato tra le mura amiche un Arezzo reduce da tre sconfitte consecutive e anche per questo vittima sacrificale perfetta per far esplodere la gioia dei 9000 del Mazza. Il match, disputatosi nel pomeriggio a partire dalle 17 si è messo subito benissimo per una Spal alla quale bastava anche un semplice pareggio per festeggiare il ritorno in Serie B. La compagine di Leonardo Semplici ha però tentato di fare molto di più, spinta dal calore del pubblico di casa ha infatti dopo appena tre minuti trovato il vantaggio lampo con l’ex milanista Gianmarco Zigoni al suo undicesimo goal in campionato. Dunque neanche 180 secondi ed è subito festa al Mazza dove l’aria di Serie B si fa sempre più intensa e le porte del Paradiso cominciano ad aprirsi. Neanche il pari a ripresa inoltrata di Defendi spegne gli entusiasmi di una piazza felice e finalmente, dopo 23 lunghissimi anni di attesa ritornata in B. Al triplice fischio è 1-1, un risultato perfetto per poter festeggiare a due turni dalla conclusione un grande traguardo.

La Spal fa quindi seguito al Cittadella che invece dopo un solo anno di Lega Pro è tornato immediatamente in cadetteria dominando invece il girone A. Per la Spal si avvia quindi alla conclusione un campionato da favola nel quale la squadra di Ferrara ha ottenuto finora sessantotto punti, frutto di ben 20 vittorie, otto pareggi e sole 4 sconfitte, con ben 9 punti di vantaggio sul Pisa di Gattuso secondo e bloccato quest’oggi sullo 0-0 sul campo della Maceratese.