Scudetto-Juventus: tutti i record di un’annata magica

Scudetto-Juventus: tutti i record di un’annata magica

Fiorentina-Juventus - Fonte Account Twitter ufficiale Juventus
Fiorentina-Juventus – Fonte Account Twitter ufficiale Juventus

Dalla sconfitta di Sassuolo, con capitan Buffon che non le mandò a dire “Non voglio fare figure da pellegrino” fino al trionfo di Firenze. La Juventus si aggiudica il suo quinto Scudetto consecutivo mettendo in campo grinta e voglia di vincere, alla faccia di chi ha sempre ipotizzato un possibile calo di “fame” della formazione bianconera. La Vecchia Signora invece, macinando record su record e abbattendo pilastri del passato più o meno recente, ha dimostrato una volta per tutte come, in Italia, non ci sia una vera e propria concorrenza adeguata con le altre costrette a spartirsi le briciole che restano.

RECORD JUVENTUS Ecco tutti i record conseguiti nell’annata 2015/16 dalla Juventus Campione d’Italia:

– Nessuna squadra aveva mai vinto lo Scudetto perdendo almeno quattro delle prime 10 giornate di Serie A. Il dato che aveva messo fuorigioco anche Mario Sconcerti su Terzo Tempo e che, ad inizio stagione, spingeva ad ipotizzare altre squadre come le favorite per il titolo di Campioni d’Italia.

Record di punti in 25 giornate di Serie A: nessuno come la Juventus, capace di mettere a referto ben 73 punti in 25 incontri. Proprio a partire dal match perso contro i neroverdi di Di Francesco, il giorno del boom della contestazione in casa juventina seguita alle dure parole di Buffon.

10 incontri senza subire gol. Esattamente dal 17 gennaio, sonora vittoria contro l’Udinese per 4-0, fino al derby contro il Torino (a segno Belotti su calcio di rigore). Sono solo 3 i gol subiti finora nel girone di ritorno dai ragazzi di Allegri, nel mirino il record del Cagliari dell’annata 1969/70 (5 gol subiti in un girone di 15 incontri).

Buffon è il primatista della Serie A per minuti di imbattibilità: sono infatti ben 973 i giri d’orologio che non hanno visto il pallone superare l’estremo difensore bianconero. Superato il detentore del titolo Sebastiano Rossi, l’ex portiere del Milan degli anni 90′ si era fermato a 929′. Ad abbattere il muro di Carrara è stato Belotti su calcio di rigore in occasione del derby della Mole terminato poi tra mille polemiche.

Il quinto titolo consecutivo per la Juventus. Eguagliata la Vecchia Signora degli anni 30′ e l’Inter post Calciopoli. Soprattutto la sensazione che si ha è quella di vivere solo l’inizio di una grande era bianconera che, a meno di scossoni o di ritorni importanti (milanesi su tutte), difficilmente potrebbe arenarsi.

Rimonta Allegri: l’ex tecnico di Milan e Cagliari, sempre più vicino al rinnovo di contratto con la società torinese, è stato il primo allenatore in Serie A a vincere lo Scudetto dopo aver accumulato 11 lunghezze di ritardo dalla prima in classifica dopo solo 10 giornate. Stakanovista.

– Fattore Tim Cup: In caso di vittoria nella finale di Coppa Italia, la Juventus sarebbe la prima squadra a realizzare, per due anni consecutivi, la “doppietta” Scudetto e Coppa nazionale.

Stefano Mastini