Verona-Milan 2-1, analisi e pagelle: Siligardi e Pazzini, l’Hellas non muore

Verona-Milan 2-1, analisi e pagelle: Siligardi e Pazzini, l’Hellas non muore

Giampaolo Pazzini, Hellas Verona-Milan - Fonte account Twitter
Giampaolo Pazzini, Hellas Verona-Milan – Fonte account Twitter

Verona-Milan finisce 2-1, l’Hellas non cede e si porta a casa tre punti più che meritati. Dopo essere andata in svantaggio, la formazione di Del Neri trova il pari su rigore, poi all’ultimo minuto Siligardi castiga i rossoneri su punizione. In netta difficoltà gli ospiti che non riescono a imporre il proprio gioco, e crollano sotto i numerosi attacchi veronesi.

CHIAVE TATTICA Tante le assenze in casa Milan che costringono Brocchi ad operare alcuni cambi rispetto alle precedenti partite. Il neo allenatore dei rossoneri infatti deve fare a meno in avanti di Balotelli, al suo posto c’è Menez. A centrocampo si rivede Kucka insieme a Montolivo e Josè Mauri, scelto per sostituire il deludente Bertolacci, e più avanti Honda a fare da collante tra i due reparti. Solito 4-4-2 invece per la formazione di casa allenata da Del Neri, che non ha più niente da chiedere a questo campionato, ormai ad un passo dalla certezza aritmetica che la condannerebbe alla Serie B. Sono proprio gli scaligeri, però, ad andare subito vicini al gol con Pazzini che sbaglia solo davanti a Donnarumma. Il Milan cerca di fare la partita, ma i troppi errori in fase di impostazione consentono al Verona di ripartire e mettere in difficoltà la difesa rossonera. La squadra di Brocchi fatica ma trova il vantaggio con Menez, abile a sfruttare una respinta corta di Gollini e a mettere la palla in rete. Gli ospiti non riescono ad imporre il proprio gioco, merito dei ragazzi di Del Neri che spingono alla ricerca del pareggio mettendo  più volte in difficoltà gli avversari. Al rientro dagli spogliatoi i ritmi sono molto più bassi, i rossoneri riescono a contenere gli attacchi veronesi e a non andare in affanno come nel primo tempo. La squadra di Brocchi cerca di controllare la partita, e al decimo minuto va anche vicina al raddoppio con Bacca, che però tenta la rabona consegnando di fatto il pallone in mano a Gollini. La partita si infiamma a metà della ripresa: calcio di rigore per il Verona e Pazzini dal dischetto batte Donnarumma. Gli uomini di Del Neri, a questo punto, non si accontentano e continuano a spingere alla ricerca del gol del vantaggio. Il Milan, dal canto suo, cerca di attaccare con ordine senza sbilanciarsi troppo, tanti sono però gli errori in fase di costruzione. I padroni di casa attaccano con più convinzione ed arrivano alla conclusione più volte, ma i rossoneri rimangono in piedi grazie alle tante parate di Donnarumma. All’ultimo minuto, però, il giovane portiere milanista non può nulla, e viene superato dalla splendida punizione di Siligardi che decide la partita.

PROTAGONISTI Buona la prestazione del terzino del Verona, Albertazzi, che spinge per tutto l’arco della partita mettendo più volte in difficoltà la difesa ospite e creando la superiorità numerica in molte occasioni. Per il Milan, invece, ancora una volta è Donnarumma a spiccare su tutti, rendendosi protagonista di ottime parate che consentono ai suoi compagni di non crollare.

GIOCATA Fantastica la punizione di Siligardi all’ultimo minuto che decide questo Verona-Milan. Dal limite dell’area l’attaccante veronese supera la barriera e disegna una traiettoria che consente al pallone di insaccarsi sotto la traversa.

MOMENTO La svolta della partita arriva a metà secondo tempo, quando l’arbitro concede un calcio di rigore dubbio all’Hellas Verona. Pazzini trasforma dal dischetto dando fiducia ai propri compagni che da questo momento in poi attaccano con più convinzione per cercare il raddoppio.

Tabellino Verona-Milan

HELLAS VERONA (4-4-2): Gollini 6; Pisano 6,5, Bianchetti 6,5, Moras 6, Albertazzi 7; Wszolek 5 (61′, Juanito Gomez 6,5), Ionita 6,5, Marrone 6, Rebic 5 (39′, Romulo 6,5); Pazzini 7 (77′, Cecchin 6), Siligardi 7. All. Del Neri

MILAN (4-3-1-2): Donnarumma 7,5; Abate 6, Zapata 6,5, Romagnoli 5,5, De Sciglio 6 (34′, Antonelli 6); Kucka 6, Montolivo 6,5, Mauri 6 (78′, Luiz Adriano 5); Honda 6,5; Bacca 5, Menez 5,5. All. Brocchi

Gol: 21′ Menez, 72′ Pazzini, 90’+5 Siligardi

Ammoniti: Albertazzi, Zapata

Espulsi: