Sorpresa Coverciano: Brocchi a lezione da Sousa

Sorpresa Coverciano: Brocchi a lezione da Sousa

Cristian Brocchi, Milan - Fonte twitter account ufficiale Milan
Cristian Brocchi, Milan – Fonte twitter account ufficiale Milan

Cristian Brocchi deve fronteggiare il momento no del suo Milan, in contemporanea però il tecnico rossonero è chiamato agli obblighi lavorativi e deontologici: da questa settimana riprende infatti a Coverciano, nel centro sportivo fiorentino fortino della Nazionale italiana, il corso per Allenatore Professionista. Da stamani è in corso l’ottava lezione per iscriversi all’albo dei tecnici valido per la Prima Categoria -UEFA Pro, step decisivo per chiunque volesse fronteggiare i grandi palcoscenici italiani e non. La sorpresa è però fiorentina (in tutti i sensi in questo caso): domani, a tenere la lezione del super corso, sarà proprio Paulo Sousa, il tecnico della Viola sarà ospite speciale di questa tornata formativa.

BROCCHI STUDENTE DI SOUSA Questo quanto riportato dal sito web sportivo gianlucadimarzio.com “Dopo le esperienze vissute con SassuoloEmpoli Roma, gli ‘allievi’, da oggi pomeriggio, sono ospiti della Fiorentina, per poter assistere da vicino alle metodologie di allenamento della squadra viola e nella giornata di domani seguiranno una lezione in aula di Paulo Sousa. Questo l’elenco degli allievi: Antonino Asta, Pier Francesco Battistini, Roberto Beni, Daniele Berretta, Alessandro Birindelli, Cristian Brocchi, Francesco Calzona, Fabrizio Cammarata, Fabio Celestini, Giovanni Colella, Gianluca Conte, Stefano Cusin, Ivan Franceschini, Nicolò Frustalupi, Christophe Gamel, Giorgio Gorgone, Giovanni Koetting, Bernardo Mereu, Simone Pavan, Giampaolo Saurini, Alessio Tacchinardi, Corrado Urbano, Matteo Villa e Giovanni Zichella. (fonte gianlucadimarzio.com)

E’ a dir poco curioso notare come Milan e Fiorentina, le squadre allenate dai due protagonisti della vicenda, siano attualmente in corsa per il 5° posto assoluto in Serie A, chissà allora che l’ex centrocampista gigliato non possa carpire qualcosa in più dall’illustre collega, magari nella speranza di poter sfruttare tali dogma proprio per inficiare la posizione di quest’ultimo.

Stefano Mastini