SHARE
Josef Guardiola, Bayern Monaco - Fonte account Twitter ufficiale Bayern Monaco
Josef Guardiola, Bayern Monaco - Fonte account Twitter ufficiale Bayern Monaco
Josef Guardiola, Bayern Monaco - Fonte account Twitter ufficiale Bayern Monaco
Josef Guardiola, Bayern Monaco – Fonte account Twitter ufficiale Bayern Monaco

Pep Guardiola torna in Spagna con in testa la missione di strappare l’accesso alle semifinali di Champions League. Il tecnico della formazione bavarese, promesso sposo degli sceicchi del Manchester City, non ha lasciato nulla al caso aprendo così la sua conferenza stampa pre match: “Se non vinco la Champions League, il mio lavoro qui in Baviera al Bayern Monaco non potrà dirsi completo. Ma qui sono diventato un tecnico e un uomo migliore”.

GUARDIOLA E SIMEONE Ha poi continuato il tecnico iberico ex Barcellona: “Sono bravi a difendersi, a ripartire. Se lottano su due fronti, vuol dire che hanno tante cose positive. Sarà una partita difficile ma divertente – poi sul collega, gran visir dei Colchoneros – Non affronto l’Atletico Madrid da ben cinque anni ma la regolarità di questa squadra ha di fatto interrotto il dominio Barcellona-Real Madrid, non c’è che dire. Difendono davvero bene, hanno giocatori veloci come Koke, sanno ripartire con velocità, è la loro prerogativa principale. Ma in campo non vanno gli allenatori, non sarà una sfida tra Guardiola e Simeone: sarà una sfida da lancio di moneta, un coin flip, un 50 e 50″.

Josef Guardiola torna poi sul match, sul quale avrà un impatto importante il pubblico di casa, un fattore che l’allenatore ex blaugrana conosce benissimo ma sul quale glissa: “Non conterà il pubblico o l’arbitro, conta solo chi andrà in campo e come. Boateng? Non gioca da tre mesi ma ha l’esperienza per fare bene da subito – chiosa del tecnico poi sul suo cammino in Europa alla guida del Bayern Monaco – In tre anni abbiamo guadagnato altrettante semifinali, anche se il lavoro sarà completo solo vincendo la Champions League. Ma a Monaco sono migliorato, sono stato bene”. (fonte Sport Mediaset)

Stefano Mastini