Mariga fa sanguinare l’arbitro: stagione finita

Mariga fa sanguinare l’arbitro: stagione finita

mariga-intervista

Costa cara la stretta di mano che McDonald Mariga ha concesso al direttore di gara a fine partita. Il giocatore del Latina, infatti, è stato squalificato dal giudice sportivo della Serie B, Emilio Battaglia, per 5 turni. Come scritto nel comunicato, il centrocampista sarebbe stato squalificato “per avere, al 49° del secondo tempo, a giuoco fermo, stretto con particolare vigoria la mano destra dell’Arbitro causandogli un’escoriazione con fuoriuscita di sangue e per avergli contestualmente rivolto epiteti insultanti”. Poco prima del termine del match infatti Mariga, arrabbiato e frustato per la sconfitta che stava maturando in casa contro la Virtus Entella in inferiorità numerica, a seguito della sua espulsione si sarebbe avvicinato all’arbitro stringendogli la mano in modo violento e causandogli una fuoriuscita di sangue, oltre ad averlo insultato pesantemente.

L’ex centrocampista di Parma ed Inter, campione d’Europa e d’Italia con la formazione di Mourinho nel 2010, negli ultimi anni ha fatto fatica a mantenere i ritmi e le prestazioni che aveva messo in mostra nei suoi primi anni di Serie A. Il calciatore keniota dopo le prime esperienze nel massimo campionato italiano non è riuscito a far emergere quel talento che sembrava contraddistinguerlo, e a seguito del fallimento del Parma dello scorso anno in questa stagione è stato acquistato dal Latina. Il fratellastro di Victor Wanyama, giocatore del Southampton, lo scorso hanno aveva totalizzato 13 presenze con la formazione di Donadoni, ma il suo contributo non era servito ad evitare la retrocessione ed il fallimento. Questa estate Mariga è stato acquistato dalla società laziale, con la quale ha messo a segno anche 2 reti in 10 partite.

La squadra nerazzurra oggi è in pieno zona playout, e nelle ultime 4 giornate di Serie B dovrà fare a meno del centrocampista ex Inter. L’allenatore Carmine Autieri, quindi, perde una pedina che sarebbe potuta tornare molto utile nel finale di stagione. Mariga, autore di questo esilarante caso, tornerebbe in campo solo in caso di uno spareggio per la retrocessione, e dovrà quindi tifare dalla tribuna i suoi compagni affinché raggiungano la salvezza.