Pizzul: “Al Milan tutto diventa una comica, stanno facendo ridere i polli”

Pizzul: “Al Milan tutto diventa una comica, stanno facendo ridere i polli”

20120515_bruno_pizzul

Brutto passo falso per il Milan di Cristian Brocchi al Bentegodi di Verona, con gli scaligeri già retrocessi in Serie B. Una sconfitta arrivata nel finale di gara grazie alla perla su calcio di punizione di Siligardi, resa meno dura da alcuni importanti interventi del portiere rossonero Donnarumma. Brutta prestazione per il Milan, che era anche passato in vantaggio con Menez, prima del pareggio su calcio di rigore di Pazzini e il sorpasso dei padroni di casa proprio sul finale di gara. Intervistato da MilanNews.it, a parlare della crisi del Milan e della pessima figura del Bentegodi è il giornalista sportivo Bruno Pizzul. Queste le sue parole: “Se non hai Donnarumma in porta prendi 8 gol dall’ultima in classifica e praticamente già retrocessa. Non c’è squadra, non c’è voglia di fare, non c’è gruppo, non c’è un leader. Lo stesso Brocchi non sa più cosa dire dopo appena pochi giorni che è li. E’ una situazione che va resettata. C’è parecchia confusione anche lì e i giocatori sono insicuri e confusi. Certo è che molti hanno avuto un rendimento molto inferiore alle attese”.

“Il cambio Mihajlovic-Brocchi? Ormai qualsiasi cosa diventa una comica. Già così si son fatti ridere dietro. Adesso ci manca solo che richiamino Mihajlovic quando mancano tre partite dopo aver messo lì Brocchi e averlo salutato come il salvatore della patria. Perde una partita e cosa fanno, richiamano Mihajlovic? Oddio, sono capaci di fare qualsiasi cosa, però questo mi sembrerebbe assurdo e paradossale. Non ho la ricetta, da fuori si può dire che stanno facendo ridere i polli“.

“Fin quando non sistemano la situazione cosa possono fare sul mercato? Mettersi a dire: ‘Che bello che sarebbe prendere quello’? I bilanci sono quelli che sono, l’indebitamento è folle. Le spese che devono fare devono essere ancora coperte e quindi la situazione è veramente brutta. Non si può consigliare qualcosa se non hanno i soldi per prendere i giocatori. Vendere Donnarumma? Se vendi lui è un segnale negativo per quelle che sono le prospettive dimostrate dal ragazzo. E’ un momentaccio così, non saprei cosa dire se non che hanno fatto di tutto per rendere la situazione così difficilmente sostenibile”.