Vilanova e Cruijff, quando il Barcellona piange anche sul campo

Vilanova e Cruijff, quando il Barcellona piange anche sul campo

Tito-Vilanova-Barcelona_2781033

Persi i proprio idoli, il Barcellona si ribalta pericolosamente: i blaugrana dovranno attingere dal ricordo Vilanova e Cruijff per tornare a brillare.

Proprio ieri il Barcellona viveva una giornata triste nel ricordo di una persona scomparsa: l’ex allenatore dei blaugrana Tito Vilanova lasciava la vita terrena a 45 anni dopo una dura lotta contro il cancro. Una scomparsa che, unita a quella avvenuta poche settimane fa di Johan Cruijff, non può che intristire tremendamente tutto l’ambiente del Camp Nou, tenendo conto anche del fatto che proprio ieri sarebbero stati 69 gli anni compiuti dal fuoriclasse olandese. Ma le lacrime non restano fuori dal campo, poiché anche la squadra sembra risentire di queste perdite nel periodo in cui avvengono.

Gli addii di Vilanova e Cruijff hanno fatto malissimo anche alla compagine e ai calciatori di per sé, con gli stessi che hanno manifestato di mancanza di fiducia e cattivi risultati. Eliminazioni dalla Champions League contro l’Atletico Madrid, Clasico persi e un calo nelle prestazioni generali dopo tali perdite. Cruijff ha fatto la storia sia come giocatore che come allenatore, Vilanova ha dato passione prima come secondo di Guardiola e poi anche come guida tecnica principale. Indimenticabili e indelebili gli omaggi che spesso il Camp Nou ha tributato a Tito, durante la lotta e dopo la dipartita. Storie che purtroppo non hanno avuto un’evoluzione finale positiva, come quella riguardante Eric Abidal la sua battaglia vinta. Ma il cuore del Barcellona vuole continuare a pulsare, nonostante le difficoltà.

Sembra quasi che l’aura di questi grandi personaggi riesca a dare al Barcellona qualcosa in più, sfruttando l’amore e la passione di tifosi e interpreti. Quando questi maestri scompaiono, il Barcellona sembra non riuscire ad esprimersi in maniera consueta e notevole come al solito. Chissà che, almeno quest’anno, in Liga non ci sia un piccolo lieto fine, per onorare a dovere la memoria di Vilanova e Cruijff, la cui mancanza evidentemente continua ad essere estremamente sentita.