Atletico Madrid-Bayern Monaco, le probabili formazioni

Atletico Madrid-Bayern Monaco, le probabili formazioni

Atletico Madrid-Bayern Monaco, probabili formazioni
Atletico Madrid-Bayern Monaco, probabili formazioni

Serata di gala europeo, in campo al Vicente Calderon di Madrid andrà di scena Atletico Madrid-Bayern Monaco, gara di andata delle semifinali di Champions League 2015/16. Occhi puntati sulle due compagini, divenute, dopo il deludente pareggio di ieri sera tra City e Madrid, le potenziali candidate alla vittoria finale di quella che una volta era conosciuta come la Coppa dalle grandi orecchie.

Le probabili formazioni di Atletico Madrid-Bayern Monaco:

Atletico Madrid (4-4-2): Oblak; Juanfran, Hernandez, Gimenez, Filipe Luis; Koke, Augusto Fernandez, Gabi, Saul Niguez; Torres, Griezmann. All. Simeone.

Bayern Monaco (4-1-4-1): Neuer, Lahm, Kimmich, Martinez, Alaba; Vidal; Douglas Costa, Thiago Alcantara, Muller, Ribery; Lewandowski. All. Guardiola.

Atletico Madrid-Bayern Monaco, le sensazioni sulle due panchine:

Simeone – “Atletico Madrid-Bayern Monaco? Stiamo pensando alla grande opportunità che abbiamo, ci interessa solamente una cosa: vincere. Abbiamo faticato molto per arrivare qui. Il Bayern attacca e difende molto bene: noi siamo bravi in difesa, ma sappiamo che per vincere devi segnare gol. L’unico trucco che ho preparato per la partita di domani è pensare a vincere. Mi aspetto una partita dura contro un allenatore che cambia spesso modo di giocare in corsa. Non ho visto il campo, il Bayern ha avuto la possibilità di allenarcisi dopo averlo chiesto. I nostri rivali hanno molte varianti che lo rendono forte, ma in guerra non vince chi ha più soldati, ma chi li usa meglio. Spero solamente che la mia squadra vinca, non altro”.

Guardiola – “Sono bravi a difendersi, a ripartire. Se lottano su due fronti, vuol dire che hanno tante cose positive. Sarà una partita difficile ma divertente. Non affronto l’Atletico Madrid da ben cinque anni ma la regolarità di questa squadra ha di fatto interrotto il dominio Barcellona-Real Madrid, non c’è che dire. Difendono davvero bene, hanno giocatori veloci come Koke, sanno ripartire con velocità, è la loro prerogativa principale. Ma in campo non vanno gli allenatori, non sarà una sfida tra Guardiola e Simeone: sarà una sfida da lancio di moneta, un coin flip, un 50 e 50. Non conterà il pubblico o l’arbitro, conta solo chi andrà in campo e come. Boateng? Non gioca da tre mesi ma ha l’esperienza per fare bene da subito. In tre anni abbiamo guadagnato altrettante semifinali, anche se il lavoro sarà completo solo vincendo la Champions League. Ma a Monaco sono migliorato, sono stato bene”.

Stefano Mastini