Cordoba: “La Juventus di oggi è un esempio per i bambini”

Cordoba: “La Juventus di oggi è un esempio per i bambini”

cordoba

Ivan Ramiro Cordoba, colonna portante dell’Inter del Triplete, intervistato dalla Gazzetta dello Sport, parla della stagione interista e indica la strada da seguire nell’immediato futuro:”Abbiamo fatto un passo falso a Genova, ma la motivazione deve esserci sempre. Nel calcio sappiamo che capita di tutto. Bisogna vincere e aspettare. L’anno prossimo bisogna ricominciare con grande forza. Serve una regolarità di rendimento, la società farà le sue valutazioni, ripartire dalle cose positive. Non si può pedalare e commettere sempre gli stessi errori. Meglio piccoli passi, ma positivi, per costruire una squadra che vinca”. Oltre a costruire una squadra in grado di competere ai più alti livelli e ad acquistare campioni sarà importante anche mantenere quelli attuali. Uno di questi è, ovviamente, Icardi, bomber dell’Inter, e punto fermo della squadra, sul quale la società vuole gettare le basi per il futuro. Proprio riguardo all’attaccante argentino nelle ultime ore si sta parlando della possibilità di quest’ultimo di entrare a far parte della nazionale albiceleste che andrà alle olimpiadi di Rio. Su questa possibilità per la punta ex Sampdoria, Cordoba afferma: “Bisogna chiedere a lui, ma ovvio che per qualsiasi sportivo è il massimo che si possa ottenere. Quando giocavo, ero pronto per propormi”.

L’ex difensore interista, dopo il litigio con Mughini lunedì sera a Tiki Taka, è tornato sull’argomento Calciopoli: “Non ne voglio parlare più, ormai tutti gli italiani sanno cos’è successo. Poi se vogliamo parlare della Juve attuale, è fortissima. Esempio anche per i bambini come motivazione. Non è facile vincere cinque scudetti. Non bisogna dimenticare il passato, in quel caso ha perso lo sport. Se vai allo stadio sapendo come va a finire…non è bello”. Infine un pensiero alla Champions League e alla finale che si giocherà a Milano: “Sarebbe simpatico vedere il derby di Madrid a Milano con Simeone che giocherebbe in casa e James Rodriguez dare il suo contributo”.