Padoin super, meglio di Maradona, Platini e Ibrahimovic

Padoin super, meglio di Maradona, Platini e Ibrahimovic

padoin

Idolo dei tifosi e presenza fissa e costante dei 5 scudetti della Juventus, Simone Padoin, ha conquistato il suo quinto titolo, superando molti campioni del passato e del presente. Il centrocampista venne acquistato dall’Atalanta nel gennaio del 2012, Conte lo richiedeva a gran voce perché sapeva che avrebbe avuto un ruolo fondamentale nella sua squadra. Padoin, infatti, in questi anni ha ricoperto ben 5 ruoli differenti, spaziando dall’esterno d’attacco al terzino, per arrivare addirittura a fare il regista di centrocampo. Molte volte il centrocampista friulano ha fatto da jolly sia per Conte che per Allegri, tappando i buchi delle assenze dei titolare sempre con il massimo impegno. Mai una parola fuori posto, ma un’esagerazione e mai una protesta. Padoin si è sempre distinto per il comportamento da professionista che ha tenuto in queste stagioni passate molto spesso in panchina, e i tifosi questo non se lo dimenticano. Appena arrivato al club bianconero le sue prime parole furono: “Sono consapevole dei miei limiti, ma solo far parte di una squadra così è la mia più grande vittoria”. Forse è proprio questo il segreto dell’ex Atalanta: umiltà e sacrificio. Doti che lo hanno portato sul tetto d’Italia per ben 5 volte, molte più di tanti altri campioni.

Padoin, infatti, ha superato di gran lunga per numero di scudetti campioni come Mancini, che si è fermato a 2, e Baggio, che con le maglie di Juventus e Milan ha vinto solo 3 campionati. Il numero 2o dei bianconeri, inoltre, ha superato campioni e idoli del passato del calibro di Maradona e di Platini, entrambi fermi a quota due. Non solo, Padoin ha superato anche altri mostri sacri del calcio italiano come: Nesta, Inzaghi, Capello, Mazzola, Rivera, Facchetti e Van Basten. I numeri in maglia bianconera del centrocampista friulano, inoltre, evidenziano come egli abbia fatto addirittura meglio di uno che di scudetti se ne intende eccome: Zlatan Ibrahimovic. Lo svedese, infatti, in Italia ha conquistato 4 scudetti, uno in meno dello juventino.

Nel mirino di Padoin adesso ci sono altri fenomeni del calcio italiano come Del Piero e Pirlo, vincitori di 6 campionati. Difficile che riesca arrivare al record fissato a quota 8 da Virginio Rosetta, Giovanni Ferrari e Giuseppe Furino, ma il calciatore della Juve ha dimostrato di poter arrivare ovunque, bastano umiltà, sacrificio e consapevolezza.