Brutta grana per l’Atletico: 3 turni di squalifica per Simeone

Brutta grana per l’Atletico: 3 turni di squalifica per Simeone

simeone

Brutta grana in casa Atletico, con i colchoneros che si vedono privati del proprio condottiero per le prossime tre gare di Liga. Confermato, infatti, quanto si temeva alla vigilia, un duro provvedimento nei confronti del tecnico dell’Atletico Madrid: il Comité de Competicion ha squalificato per 3 giornate Diego Pablo Simeone. Il Cholo dovrà saltare le prossime tre partite a causa del pallone lanciato in campo durante la gara tra la sua squadra e il Malaga, ultimo incontro di Liga vinto 1-0 grazie alla rete di Correa. Quel pallone entrato in campo aveva, di fatto, ostacolato e frenato un contropiede dei Boquerones. La sfera, però, secondo la ricostruzione di Simeone, sarebbe stata scagliata in campo da uno dei raccattapalle presenti al Vicente Calderon, molto vicino alla panchina sulla quale sedeva dell Cholo.

Finisce qui il campionato di Simeone, ma la squalifica era nell’aria. L’allenatore argentino, allontanato dal campo dopo i primi 45 minuti della gara contro il Malaga, ha dovuto assistere al secondo tempo del match dalla tribuna dopo l’espulsione inflitta dall’arbitro Antonio Mateu, che ha applicato prima il regolamento e ha espulso l’allenatore, poi nel referto ha anticipato ciò che oggi si è trasformato nel duro provveimento: “Al minuto 45 il tecnico Simeone Gonzalez Diego Pablo, è stato espulso per il seguente motivo: al minuto 44, durante un’azione d’attacco del Club Malaga C.F. SAD, un pallone proveniente dalla panchina locale entrava sul terreno di gioco in direzione della zona dove si trovava il pallone ufficiale, senza impattare lo stesso. In base all’Articolo 101.2 del Codice Disciplinare della R.F.E.F. (Commissione sportiva della Federcalcio spagnola, ndr), considerato che nessun membro della squadra arbitrale ha potuto identificare l’autore del lancio, il primo allenatore del Club Atlético de Madrid SAD, Diego Pablo Simeone Gonzalez, è stato espulso una volta segnalata la fine del primo tempo”.

Erano state queste le parole del tecnico dei colchoneros in conferenza stampa, subito dopo l’episodio: “L’arbitro ha preso la decisione corretta, prevista dal regolamento. Ha agito come doveva, c’è poco da commentare. Chi è stato a lanciare il pallone? Il ragazzo che si trovava di fianco alla nostra panchina, ma questo non cambia nulla”. Decisione presa, ora l’Atletico dovrà fare a meno del suo allenatore per le prossime tre gare di campionato contro Rayo Vallecanto, Levante e Celta Vigo.